Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
12 dicembre 2009

Disastro Juve, pari-show in Cagliari-Napoli. Highlights

print-icon
spo

Juve al tappeto, Diego fallisce un rigore, Ferrara in bilico (foto LaPresse)

Bianconeri sconfitti 3-1 dal Bari. Diego sbaglia un rigore, Meggiorini, Barreto e Almiron fanno volare i pugliesi. Gol e spettacolo al Sant'Elia nel rocambolesco 3-3 del primo anticipo. LE FOTO E GLI HIGHLIGHTS GRATIS SU SKY.it

GUARDA GLI HIGHLIGHTS DELLA SERIE A

BARI-JUVENTUS 3-1

7' Meggiorini (B), 23' pt Trezeguet (J), Barreto 44' pt rig. (B), 35' st Almiron (B)

GUARDA LA CRONACA DEL MATCH
 

Il Bari vola, la Juve sprofonda. Al San Nicola finisce 3-1 per i "galletti" che travolgono i bianconeri regalandosi una serata storica e una classifica da sogno (quinto posto in attesa delle gare di domani). Per la "Vecchia Signora" l'incubo vissuto 4 giorni fa in casa contro il Bayern Monaco si ripete. Se il ko contro i tedeschi era costata l'eliminazione in Champions League, la sconfitta di oggi rischia di far dire addio anche al secondo obiettivo della stagione: lo scudetto. Oggi i bianconeri sono a -5 dall'Inter che, però, domani ha la possibilità di tornare a +8. Non è stata fortunata la Juve, ha creato un'incredibile quantità di occasioni, ma ha segnato un solo gol incassandone tre. Doveva essere la notte del riscatto, è stata quella del tracollo. La prestazione, dal punto di vista del carattere e della voglia di far bene, non è stata da buttar via, il risultato sì e sullo score finale pesa tantissimo anche il rigore clamorosamente fallito da Diego sul 2-1 per il Bari. Decidono le reti di Meggiorini, Trezeguet, Barreto e Almiron, adesso per Ferrara arriveranno giorni ancora più duri. Al 7' Cannavaro e Marchisio pasticciano, Meggiorini ne approfitta, il suo sinistro viene deviato da Legrottaglie e Buffon è battuto. La Juve reagisce con Diego (para Gillet) e Amauri (fuori), ma rischia di subire il secondo gol sul colpo di testa ravvicinato di Bonucci. Sulla ripartenza la Juve pareggia, Diego va via di potenza, Gillet smanaccia il destro del brasiliano, sulla respinta Trezeguet mette dentro. Partita viva, meglio la Juve che cerca il 2-1, ma al 43' Barreto finisce a terra dopo un contatto con Cannavaro per Tagliavento è rigore. Sul dischetto va lo stesso Barreto che di destro spiazza Buffon e firma il 2-1. Nel secondo tempo al 22' Grosso finisce a terra dopo una scivolata di Grosso, per Tagliavento è rigore. Sul dischetto va Diego che (anche disturbato da un laser) calcia incredibilmente fuori. Al 31' Legrottaglie sfiora il 2-2 di testa, ma nel momento di massima pressione della Juve l'ex Almiron trova il 3-1 con un perfetto destro dalla distanza. Un minuto dopo miracolo di Gillet su Poulsen, per la Juve non è serata. Il Bari conquista una grande vittoria e si porta al quinto posto a quota 24 punti. Momentaccio per la Vecchia Signora che dopo aver detto addio alla Champions League, rischia di dover dire la stessa cosa al sogno scudetto.


CAGLIARI-NAPOLI 3-3
21' pt Lavezzi (N), 19' st Pazienza (N), 30' st Larrivey (C), 35' st Matri (C); 45' st Jeda (C), 50' st Bogliacino (N).

GUARDA LA CRONACA DEL MATCH


"E’ un'altra finale. Per noi il Cagliari è uguale ad una big del campionato". Walter Mazzarri avevo definito così alla vigilia l’impegno del Napoli al Sant’Elia. Il match contro i sardi doveva rappresentare la classica prova del 9 per gli azzurri. E così è stato. Con il 3-3 di Cagliari arrivano a 9 i risultati utili consecutivi del Napoli. Una partita dalle mille emozioni con il Napoli avanti di due reti e che a un certo punto sembrava padrone del match. Il Cagliari si rimette in partita e poi sfiora una splendida vittoria in rimonta prima del definitivo pareggio di Bogliacino all'ultimo secondo di recupero. Nono risultato utile dunque per Walter Mazzarri, ancora imbattuto sulla panchina dei partenopei, mentre il Cagliari, con un buon secondo tempo riscatta la sconfitta di Palermo. Al 22' Napoli in vantaggio: grande giocata di Lavezzi che supera due avversari sullo stretto e con un tiro angolatissimo infila il pallone alla destra di Marchetti. Problemi per De Sanctis, continuamente disturbato dal laser di un tifoso, un'altra bruttissima usanza sempre più frequente nei nostri stadi. Nella ripresa al 20' arriva il meritato raddoppio: angolo di Hamsik palla in mezzo per Pazienza che solo al centro area, svirgola il primo tiro, ma al secondo tentativo infila Marchetti. Al 30' il Cagliari si rimette in partita: ottimo lavoro di Matri da destra, palla in mezzo per Larrivey che anticipa Aronica e insacca per il suo primo gol della stagione. Adesso è tutta un'altra partita, il Cagliari prende fiducia e comincia a giocar bene e il Napoli soffre. Al 35' arriva il pareggio del solito Matri al suo settimo gol consecutivo, eguagliando il record di Gigi Riva; l'attaccante con un colpo di testa su cross di Agostini infila De Sanctis. Al 45' entra Jeda al posto di Cossu e il brasiliano alla prima palla trova il gol della vittoria, raccogliendo di testa un cross di Lazzari. Al 49' espulso Lavezzi, reo di aver colpito con una pallonata il tecnico del Cagliari Allegri. Al 50' Denis raccoglie di testa una palla in mezzo, Marchetti respinge, ma Bogliacino anche lui appena entrato, insacca prontamente: è la rete del definitivo 3-3. Il Napoli ha ora 24 punti in classifica ed è quinto con Fiorentina, Roma, Genoa e Sampdoria. Il Cagliari si porta invece a quota 23.

COMMENTA NEI FORUM DELLA SERIE A


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT