Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
24 luglio 2010

Ranieri prova il tridente: "Fase di lavori in corso"

print-icon
vuc

Mirko Vucinic è già in forma campionato

Nell'amichevole vinta 4-1 contro il Sudtirol, il tecnico giallorosso schiera le tre punte. Subito convincente Vucinic, autore di una rete. Adriano sbaglia un rigore ma poi si riscatta con il gol. Segnano anche Menez su punizione e Okaka

La Roma ha superato 4-1 il Sudtirol Alto Adige, neopromosso in Prima Divisione, nel secondo test della stagione al ritiro di Riscone di Brunico. Una prestazione poco brillante da parte dei giallorossi, apparsi un po' troppo impacciati per il carico di lavoro degli ultimi giorni. Le cose sono andate paradossalmente meglio nella ripresa quando sono scese in campo alcune seconde linee. Ranieri schiera dall'inizio il tridente offensivo con Totti, Adriano e Vucinic e, già al 5', Roma vicinissima al gol con il montenegrino che approfitta di un millimetrico lancio di Totti e dalla sinistra colpisce in pieno la traversa. Al 20' Roma in vantaggio grazie al capitano con una gran botta dal limite di collo esterno sulla quale l'incolpevole Zomer non puo' far nulla. Al 25' Adriano manca il raddoppio facendosi parare da Zomer un calcio di rigore concesso per un intervento di Mirri sullo stesso "Imperatore".
La Roma soffre a centrocampo dove si sente la mancanza di uomini base. Al 31' il pareggio della formazione allenata da Alfredo Sebastiani grazie a Cascone, lesto in area con il destro ad anticipare tutti approfittando di una mancata chiusura di Riise. Al 23' della ripresa la Roma torna in vantaggio con Adriano che supera un difensore avversario e a tu per tu col portiere insacca con il sinistro. Al 40' il 3-1 del francese Menez che direttamente su calcio di punizione supera la barriera e sorprende il portiere, partito in ritardo. Al 45' il 4-1 finale che porta la firma di Okaka nell'ultimo pallone giocabile del match.

Parla Ranieri. Soddisfatto Claudio Ranieri: "I ragazzi stanno cercando di fare quello che voglio, l'importante che abbiano lo spirito giusto. Adriano? Sta entrando nel contesto della squadra, ha bisogno di lavorare molto sul fisico. Vucinic si vede che sta bene, è il Mirko che abbiamo lasciato. Stiamo lavorando. La difesa ha fatto il suo, abbiamo concesso solo quella occasione su palla inattiva e per migliorare questo necessità allenamento. Queste sono solo prove tecniche di trasmissione. Capiterà in campionato di giocare con tre punte, ma quando tutti saranno in gran forma. Con Spalletti si giocava senza attaccanti, io lo scorso anno ho cercato di metterne due, adesso sono tre ma non è detto che giocheremo sempre così. Mi sembra logico e naturale provarle adesso. Arriveranno altre punte? Ne abbiamo 4 e va bene così. Menez? Può giocare in ogni ruolo, c'è un processo per farlo giocare a centrocampo perché tocca molti palloni, quando torneremo al 4-4-2 giocherà sugli esterni". Ranieri parla anche di Cicinho: "Aveva mandato battutine dal Brasile ed è tornato? Ho trovato lo stesso ragazzo, una persona seria che non fa mai battutine. La stampa è uguale ovunque. Scelta obbligata? Se non ha trovato di meglio...".

COMMENTA NEL FORUM DELLA ROMA