Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
22 settembre 2010

Milan, ma Allegri cos'ha visto? "Me l'aspettavo, tutto ok"

print-icon
aqu

Adriano Galliani in tribuna. Dice: "Farò qualsiasi cosa per non giocare il 22 dicembre sera"

Il tecnico rossonero: abbiamo solo gestito male il vantaggio... E prima del match, mentre l'aquila simbolo biancoceleste volteggiava sull'Olimpico, Galliani: nessuno vuole recuperare il turno del 6 gennaio con il 22 dicembre sera. VIDEO

I campioni del Milan a Sky: le foto

Sfoglia l'Album del Milan


Gioca a Fantascudetto


Dopo l'1-1 con la Lazio, un Allegri sudato si presenta davanti ai microfoni di Sky ostentando tranquillità. E, addirittura, ottimismo nonostante il Milan sia già a -5 dell'Inter in classifica. "Ci serve solo una striscia positiva di risultati. Abbiamo due giocatori nuovi, Pato è infortunato, all'Olimpico mancava Ambrosini. Io non sono preoccupato. Abbiamo creato occasioni, abbiamo preso una traversa con Zambrotta, Boateng è andato vicino al raddoppio. Purtroppo abbiamo gestito male la palla dopo il gol del vantaggio di Ibrahimovic".

"E’ stata una partita molto intensa - continua Allegri -. Nel primo tempo abbiamo avuto tre occasioni da gol. Nel secondo tempo è stata una partita più equilibrata. Una volta in vantaggio, loro hanno messo le punte. Quando abbiamo preso gol eravamo in dieci, con un uomo a terra per crampi. Poi abbiamo preso una traversa e abbiamo avuto un’occasione all’ultimo con Boateng. Se il Milan stasera fosse uscito con una vittoria, saremmo qui a dire che il Milan si è ritrovato. Abbiamo dato segno di solidità, concedendo poco alla Lazio. A me il Milan è piaciuto, come solidità. Non abbiamo preso nessun contropiede. Stasera ci sono stati molti lati positivi. E’ normale che siamo il Milan e bisognerebbe sempre vincere, però siamo sulla strada buona".

E i cinque punti di distacco dall’Inter dopo sole quattro giornate? "Non dobbiamo fare la corsa sull’Inter, ma su noi stessi cercando di fare più punti possibile e cercando di portare a casa più vittorie. In questo momento non lo stiamo facendo, anche se gli episodi non stanno andando molto a nostro favore. Questo non deve però essere un alibi, ma dobbiamo cercare di migliorare. La squadra ha sbagliato a mollare una volta passata in vantaggio. Ci sono però anche gli avversari e quindi non possiamo dominare le partite per 90 minuti. Visto il calendario, è normale che dovevamo avere dei punti in più, però la squadra ha fatto una buona prestazione. Siamo in ritardo sulla capolista di 5 punti, ma il campionato è lungo, siamo solo all’inizio e dobbiamo trovare una striscia positiva al più presto".

Galliani e il 22 dicembre -
L'aquila laziale volteggia sull'Olimpico e poi si posa sul campo. Come previsto. Ma intanto, l'ad rossonero Adriano Galliani, a Sky prima di Lazio-Milan, dice bello carico: "Nessuno vuole recuperare il turno del 6 gennaio con il 22 dicembre sera: domani in assemblea di Lega il Milan voterà così, la Roma anche, e altri club. Farò qualsiasi cosa per non giocare il 22 sera. Non è vero che i calciatori vogliono giocare in quella data", ha spiegato il dirigente rossonero, confermando quanto fatto sapere dall'Assocalciatori. "Abbiamo chiesto di non giocare l'Epifania, non di recuperare il 22 dicembre: un turno infrasettimanale o maggio può andare bene", ha detto il segretario Aic Grazioli?".  "Si può non giocare il 6 gennaio di pomeriggio - ha concluso Galliani - ma non si può giocare il 22 sera".

Quell'aquila in campo - Tornando allo show dell'aquila laziale, alle 20,36 ha spiccato il volo per compiere tre giri sul prato dell'Olimpico tra gli applausi dei 45.000 allo stadio, sulle note dell'inno laziale. Poi l'aquila dalla testa bianca è atterrata, dopo un paio di minuti, sotto la tribuna Tevere. Quindi, richiamata dall'addestratore, ha ripreso il volo fino al piccolo scudetto posto sotto la tribuna autorità.