Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
01 novembre 2010

De Laurentiis si coccola il Napoli: "Non dobbiamo fermarci"

print-icon
spo

Presidente oroglioso e felice. Aurelio De Laurentiis si coccola il suo Napoli

Il patron azzurro dopo il successo di Brescia gongola: "Abbiamo vinto in uno scenario da tragedia greca. Abbiamo mostrato grande personalità, ogni partita è un piccolo tassello di un progetto lungo. Sarà bellissimo giocare ad Anfield contro il Liverpool"

"Abbiamo vinto in uno scenario da tragedia greca. Il Napoli ha mostrato grande personalità, ha giocato una partita tosta ed ha vinto con carattere. C'era una tale bufera al Rigamonti che era difficile addirittura guardare la partita in tv perché il vento e la pioggia impedivano alcune riprese". Aurelio De Laurentiis torna a commentare la domenica felice del Napoli a Brescia. Il Presidente azzurro a Radio Marte racconta le sue emozioni: "E' stato bravissimo Lavezzi a giocare su tutto il fronte di attacco e segnare un gol importantissimo, ma faccio i complimenti a tutti i ragazzi - spiega il presidente del club campano - hanno dimostrato capacità agonistica e fisica. E ringrazio per questo anche lo staff che cura la preparazione della squadra lavorano benissimo dietro le quinte. Napoli ad alta quota? Sì, vedere la squadra così in alto nella graduatoria è una bella soddisfazione, ma non dobbiamo fermarci. Ogni partita è un piccolo tassello di un progetto lungo. Guardare la classifica adesso può essere gratificante, però non parliamo di traguardi finali. Il calcio ha tanti aspetti, fisici e psicologici, che richiedono sempre massima attenzione. La nostra squadra sta dimostrando di essere al meglio sia sotto il profilo atletico che mentale. Dobbiamo proseguire così. Quando un gruppo ha forza, potenza e cuore, poi non ce n'è per nessuno. Noi stiamo mettendo in piedi una squadra gradualmente sempre più competitiva. Avete visto ieri che bella prova hanno dato Sosa e Yebda, due elementi che stanno crescendo e che appena si integreranno al meglio nel calcio italiano saranno preziosi per noi. Ho scelto un condottiero tecnico che ha la mia totale fiducia. Ho stima assoluta per Mazzarri, Bigon, lo staff tecnico e la rete di osservatori”.

"E personalmente posso definirmi un Presidente che ha conferito alla Società una capacità manageriale ed imprenditoriale che possa garantire un futuro radioso ed una solidità economica a questo Club. Noi ci teniamo a rispettare le regole Uefa - precisa il presidente del club campano - e vogliamo essere nei parametri adeguati per poter entrare in pianta stabile nel calcio europeo nei prossimi anni. Questo gruppo mi rende orgoglioso ma anche un Presidente sereno e felice".

De Laurentiis presenta l'attesa seconda sfida al Liverpool che il Napoli giocherà giovedì in Inghilterra. "Sarà bellissimo giocare in uno stadio così importante contro una squadra dal passato e presente glorioso. Sarà affascinante e desterà anche tanta curiosità. Sono certo che ci saranno tanti napoletani che vivono in Inghilterra a seguirci all'Anfield. Mi aspetto una bellissima serata. E poi nei miei ricordi Liverpool significa gioventù, i Beatles ed una cultura che ha cambiato il mondo. Di certo questo e' uno degli appuntamenti più alti ed emozionanti della storia moderna del Napoli".

Commenta nel forum del Napoli