Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
08 novembre 2010

Genoa, ecco Ballardini: "Non stravolgerò la squadra"

print-icon
bal

Davide Ballardini con Enrico Preziosi. Il nuovo allenatore del Genoa guiderà i grifoni almeno fino a fine stagione

Il presidente Preziosi ha esonerato Gian Piero Gasperini, primo tecnico ad essere mandato via in serie A in questa stagione. Fatale il ko con il Palermo. Al suo posto l'ex Lazio, che guiderà la squadra già da mercoledì. FOTO: PANCHINE A RISCHIO

Guarda le pagelle di Palermo-Genoa

Commenta nel forum del Genoa

Il Genoa esonera il tecnico Gian Piero Gasperini. "Sì, sono stato esonerato" ha confermato lo stesso Gasperini. Al suo posto arriva Davide Ballardini, l'ex tecnico di Palermo e Lazio. "E' una separazione dolorosa": così il presidente del Genoa, Enrico Preziosi, ha annunciato l'esonero in conferenza stampa.

Preziosi ha spiegato che Davide Ballardini ha firmato un contratto fino a giugno "rinnovabile se raggiungeremo certi risultati che non vi dico". Il presidente ha detto di aver chiesto informazioni su Ballardini già dopo la sconfitta col Chievo (seconda giornata). "Questa notte alle 2 ho chiamato Lotito e gli ho detto che forse avrei preso Ballardini - ha aggiunto Preziosi -. Forse è stata per lui la notizia più bella della giornata perché ha potuto risparmiare un po' di soldi". Ballardini era stato esonerato a febbraio dalla Lazio dalla quale riceveva ancora lo stipendio.

"Il Genoa ha un'identità precisa e quindi vedremo, rispettando le caratteristiche dei giocatori e l'identità, ma non si stravolge nulla. Il campionato è durissimo e quest'anno è ancora più equilibrato, tutte le squadre possono fare punti e il Genoa se ha la rosa al completo credo possa essere molto competitiva". Queste le prime parole di Davide Ballardini, nel giorno della conferenza stampa di presentazione del suo incarico alla guida del Genoa. "Non so come lavora Gasperini - ha aggiunto il neo tecnico rossoblù - ma quando ho incontrato il Genoa con Cagliari, Palermo e Lazio mi ha sempre impressionato per corsa e organizzazione. Sapevo di incontrare una squadra che dà sempre fastidio. Col presidente Preziosi si è parlato della rosa e del match di mercoledì con il Bologna. Quando venivo a Genova - ha spiegato l'ex tecnico della Lazio - ho sempre notato il grande pubblico e certamente i tifosi ci aiuteranno, è un ambiente che ti coinvolge molto".

Ballardini era tra i candidati per guidare la Nazionale Under 21 nel dopo-Casiraghi. "Non mi ha mai cercato ma volevo una squadra da allenare tutti i giorni".

Finora nessun allenatore di A era stato ancora cacciato in dieci giornate di campionato, il tecnico del Genoa inaugura dunque la triste serie. Il presidente rossoblù Enrico Preziosi ha preso questa decisione dopo la sconfitta di ieri sera nel posticipo contro il Palermo. Ballardini che verrà presentato nel pomeriggio alla stampa guiderà la squadra già dalla sfida di mercoledì contro il Bologna. Il Genoa ha ottenuto 11 punti in classifica dopo 10 giornate di campionato.

La sconfitta col Palermo segue quella precedente in casa con l'Inter, che ha lasciato il Genoa in una posizione bassa della classifica che il patron del Grifone evidentemente non riesce proprio ad accettare. Dopo la scoppiettante e costosa campagna acquisti della scorsa estate, il presidente ambisce infatti a vedere il Genoa nelle parti alte della classifica. I risultati fin qui poco entusiasmanti si spiegano però in parte con le gravi assenze nel reparto di attacco, decimato da un'incredibile serie di infortuni concentrati a ottobre, che hanno tolto al tecnico piemontese la sua arma più efficace, quella che sta alla base della sua filosofia di gioco, la fase offensiva.

L'esonero arriva dopo un faccia a faccia che Preziosi e Gasperini hanno avuto venerdì scorso a Pegli. Il presidente era arrivato un po' a sorpresa per rincuorare tecnico e squadra e al termine sia Gasperini che Preziosi erano apparsi ai cronisti sorridenti e sereni.

Le probabili formazioni di Serie A