Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
21 marzo 2011

Cesena, Parolo si veste d'Azzurro: "Un sogno che si avvera"

print-icon
mar

Parolo esulta dopo il gol del 2-2 contro la Juventus

Storia di Marco, dal fallimento del Como alla Nazionale. Prandelli, che "lo scoprì" tre anni fa, lo convoca per le partite contro Slovenia e Ucraina. Chiamato anche Santon, per la prima volta due giocatori del Cesena in Nazionale. GUARDA LE FOTO

Commenta nel forum del Cesena

di Matteo Veronese

"Fino a due giorni fa non ci pensavo nemmeno, per me è un sogno che si avvera e ancora faccio fatica a crederci. Voglio ringraziare tutti i mie compagni di squadra che mi hanno permesso di arrivare fin qua, anche quelli della scorsa stagione. Ringrazio la società, su tutti il Presidente Campedelli che ha sempre creduto in me, senza dimenticare mister Ficcadenti e mister Bisoli, il team manager Fiorenzo Treossi, Gabriele Valentini e tutto lo staff".

Parole di Parolo, e se il gioco per chi scrive è facile non lo è stato, fino ad oggi, per Marco. Nel 2004-2005 è nel Como appena retrocesso dalla serie B alla C1 e mollato da Preziosi. Le cose, anziché migliorare, peggiorano e la società a fine 2004 fallisce, retrocede ancora ed è costretta ad iscriversi alla serie D, per la prima volta nella sua storia. Il ventenne Parolo però si mette in mostra, segnando anche 3 gol, e passa alla Pistoiese dove in due stagioni gioca praticamente sempre. Un altro trasferimento e arriva a Foligno dove, sotto la guida di Bisoli, la squadra raggiunge uno storico quarto posto nella serie C1 e si gioca i play-off per l'accesso alla serie B, perdendo però contro il Cittadella. Dopo un anno a Verona, la svolta: il presidente Campedelli lo vuole a Cesena, in serie B. Il salto di categoria non spaventa il ragazzo di Gallarate, che ritrova Bisoli e si inserisce in un meccanismo quasi perfetto che in due anni porta i bianconeri dalla LegaPro alla serie A.

Giocatore di qualità, Prandelli lo scoprì già tre anni fa quando, alla guida della Fiorentina, i viola impattarono in amichevole contro il Verona: "Dovremmo avere tutti la grinta di Parolo, che gioca due categorie più sotto di noi". Profetico. Col Cesena ha segnato 9 reti tra A e B: tutte decisive nella serie cadetta, tre volte su quattro in questa stagione il Cesena ha fatto punti quando Marco ha segnato.

L'ultimo gol, il più bello ma paradossalmente l'unico a non rientrare nelle statistiche, lo ha messo a segno ieri, su assist di Prandelli. Ora le sfide con Slovenia e Ucraina indossando, spera, la maglia azzurra, ma portando sotto, sulla pelle e nel cuore, i colori bianconeri del Cesena.