Copa America 2019, il Brasile può invitare fino a sei nazionali

Calcio
cile_copa_america_getty

Una scelta confermata dal paraguaiano Alejandro Domínguez - numero uno della Conmebol - che potrebbe così vedere il torneo (solitamente a 10 squadre) arrivare ad un massimo di 16 e comprendere così anche nazioni fuori continente. Il sistema degli inviti è stato introdotto nel 1998

Copa a sedici squadre?

La prossima Copa America potrebbe ospitare fino a sei nazionali in più rispetto al numero previsto in precedenza. La Confederazione calcistica sudamericana, infatti, ha autorizzato il Brasile a invitare altre squadre nazionali (fino a un massimo di sei, appunto) anche al di fuori del continente. La novità riguarderebbe la competizione in programma nel 2019 e che si disputerà proprio in Brasile. Come ha spiegato il paraguaiano Alejandro Domínguez - numero uno della Conmebol - non saranno però per forza 16 le Nazionali che vedremo impegnate nella prossima Copa. "Il Brasile è stato autorizzato a formare il comitato organizzatore locale (LOC) e a fare la migliore proposta che includa anche la strategia commerciale", ha detto il dirigente a 'Radio 1 de Marzo' di Asunción.

Dal 1998 esiste il sistema degli inviti

Domínguez ha poi aggiunto che sono in corso colloqui con una rete televisiva brasiliana la quale sostiene di aver acquisito i diritti di trasmissione del torneo, anche se non c'è nessun contratto registrato con la Conmebol: "Purtroppo abbiamo appreso che nel 2010 sono stati venduti i diritti, ma siccome non abbiamo i contratti, ne  stiamo parlando. La società già ci ha contattato e lavoreremo su questo", ha confermato il presidente della Conmebol. Sin dall’anno della sua nascita, il 1916, la Copa America ha sempre visto partecipare dieci squadra del Sudamerica e a partire dal 1998 è stato introdotto il sistema degli inviti, che ha poi permesso - nelle varie edizioni - di vedere anche altre squadre da tutto il mondo prendere parte al torneo.

Nuove idee per il futuro

Stati Uniti, Costa Rica e Honduras sono state le squadre invitate per quanto riguarda la Concacaf; Giappone e Cina sono state invitate per l’Asia - anche se quest'ultima alla fine non ha partecipato all'ultima edizione del 2015 in Cile al pari della Spagna che ha declinato l'invito per l'edizione del 2011 che si è giocata in Argentina. Dominguez ha poi anche rivelato che si sta lavorando con l’UEFA per organizzare delle sfide tra i campioni della Champions League e della Copa Libertadores e tra i vincitori della Europa League e della Coppa Sudamericana per club - oltre che tra i vincitori dell'Europeo e della Copa America. In tutti i casi si giocherà una partita unica in un'unica sede (un po’ come avviene nella Supercoppa Europea tra chi trionfa in Champions e in Europa League) che sarà scelta tra le migliori proposte che  arriveranno. Il numero uno della Conmebol ha però escluso da questo scenario la Cina e ha confessato che al momento questa rimane soltanto un’idea.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche