Nazionale, Insigne: "Juve? Dispiace per la finale. Gigio è tranquillo"

Calcio

Lorenzo Insigne parla dal ritiro della Nazionale a Coverciano: "Dispiace per il risultato della finale di Champions. La Juve è battibile, il prossimo anno con il Napoli e con Sarri proveremo a raggiungere un traguardo storico. Donnarumma? Lo vedo tranquillo, saprà fare la scelta giusta"

Ultimi due appuntamenti stagionali per il calcio italiano, con la Nazionale che attende le sfide contro Uruguay e Liechtenstein. E dal ritiro di Coverciano ha parlato Lorenzo Insigne, attaccante del Napoli.

"Finale di Champions? Dispiace sia andata così"

Sulla finale di Champions: "Abbiamo seguito la partita tutti insieme, mi dispiace che Juventus-Real Madrid sia andata a finire in questo modo. Il risultato rivaluta la stagione del Napoli? Noi, contro il Real, abbiamo disputato due grandi gare che ci hanno permesso di capire a che punto siamo. Non siamo riusciti a centrare il secondo posto, ma il prossimo anno cercheremo di ripartire da questo finale di stagione".

"La Juve non è imbattibile, con Sarri per fare la storia"

Il sogno resta certamente lo scudetto: "Abbiamo dimostrato che la Juventus non è imbattibile, li abbiamo messi in difficoltà sia in campionato che in Coppa Italia. A fine stagione abbiamo discusso, se partiamo dalla fine di questa stagione possiamo giocarcela con tutti”. Su Sarri: “Non ho mai temuto che andasse via, con noi ha sempre parlato chiaro e ci ha detto che sarebbe rimasto a Napoli. Vincere in questa città non è come vincere altrove, lui resterà con noi per ottenere uno storico traguardo".

"Donnarumma è tranquillo"

Chi esulta, in questa giornata, è la Nazionale under 20: "Voglio fare i complimenti ai ragazzi per questa qualificazione in semifinale. Ho seguito la partita con Donnarumma in camera, hanno giocato alla grande e spero possano vincere il trofeo". Proprio sul portiere rossonero, aggiunge: "Lui vuole partecipare all’Europeo under 21. E sicuramente sarà una vetrina importante per lui. Tensione per il rinnovo? Non lo vedo nervoso, anzi. Affrontare queste questioni a 18 anni è motivo d’orgoglio. E’ sereno e lo reputo intelligente, farà la scelta giusta".

"Contento di ritrovare Cavani"

Sugli impegni con l’Italia: "Con il Napoli abbiamo fatto una grande stagione, quando arrivo in Nazionale cerco sempre di mettermi a disposizione di Ventura. La sfida con l’Uruguay? Per noi tutte le gare sono importanti, sono contento di ritrovare Cavani perché con lui sono stato un anno e mi ha aiutato a crescere. Quando tornai da Pescara lui era già un grande campione, ero giovane e mi diede tanti consigli". Dopo quest’amichevole ci sarà la sfida con il Liechtenstein, ma la gara fondamentale sarà quella di settembre contro la Spagna. "Ma iniziamo a pensare a queste due gare", spiega Insigne. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche