Il polacco spara con due cannoni montati sui piedi, perché "nella mia lingua bomber è un pistolero". Un'esultanza già classica a suon di gol messi a segno tra Genoa e Milan. Prima di lui tante altre sono entrate nel mito, diventando icone cult del pallone ripetute e imitate. Dalla mitraglia di Batigol alla linguaccia di Del Piero. Dalla culla di Bebeto alla 'Makossa' di Roger Milla. Capriole, cuori e trenini: ecco le più iconiche della storia del pallone

DYBALA-RONALDO, È NATA LA "SIUU-MASK"

BALO, TERZO GOL CON L'OM E ESULTANZA SPECIALE