Irlanda del Nord, follia Murray nel derby di Belfast: espulso prima della sostituzione!

Calcio

Episodio curioso accaduto durante il derby di Belfast, match disputato tra Glentoran e Cliftonville nel campionato nordirlandese. Già ammonito e sostituito al 63', Darren Murray non abbandona il campo nel punto più vicino come impongono le nuove regole: inevitabile il 2° giallo e l'espulsione, inferiorità numerica che i padroni di casa pagano a caro prezzo nel finale

SERIE A, TUTTE LE NUOVE REGOLE

NETFLIX SU SKYQ DAL 9 OTTOBRE DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY

Vietato sottovalutare le nuove regole introdotte nel calcio internazionale, novità promosse dall’Ifab e d’attualità non solo in Serie A. Ne sa qualcosa Darren Murray, 27enne attaccante del Glentoran, suo malgrado protagonista nel derby di Belfast disputato contro il Cliftonville. Ci troviamo in Irlanda del Nord, teatro della sfida disputata al The Oval: è il minuto 63’ quando il centravanti dei padroni di casa, già ammonito e chiamato al cambio dall’allenatore, non rispetta la normativa che impone al giocatore sostituito di abbandonare il campo nel punto più vicino rispetto alla posizione in cui si trova. Una modifica al regolamento votata ad evitare le eccessive perdite di tempo, peccato che Murray non abbia fatto i conti con l’arbitro Steven Gregg. Già, perché la leggerezza del giocatore ne causa il 2° giallo e l’espulsione oltre alla sostituzione inevitabilmente vanificata. E c’è di più: se il match era ancora inchiodato sullo 0-0, il Glentoran in dieci uomini ha pagato a caro prezzo la condotta antisportiva del proprio attaccante: sarà il colpo di testa di Gormley all’84’ a regalare il derby al Cliftonville, formazione che lotta ai vertici del campionato nordirlandese.

I più letti di calcio