Copa Libertadores 2019, la finale River-Flamengo si giocherà a Lima

Calcio
©Getty

Come accaduto nella scorsa edizione, quando il ritorno del Superclasico venne disputato al Bernabeu di Madrid, la finale di Copa Libertadores cambia nuovamente sede. La Conmebol ha tolto l'assegnazione a Santiago a causa dei disordini in corso in Cile: Flamengo-River si disputerà in gara unica all'Estadio Monumental di Lima

Si può parlare di maledizione in Sudamerica, d’altronde la Copa Libertadores cambierà nuovamente sede per la finalissima dell’edizione 2019. Era già accaduto nella scorsa edizione con il ritorno del Superclasico disputato al Santiago Bernabeu di Madrid, teatro che aveva premiato il 4° titolo del River Plate nella competizione. E a distanza di dodici mesi la storia si ripete: non si giocherà allo stadio Nacional di Santiago del Cile ma al Monumental di Lima. È quanto ha deciso la Conmebol dopo una riunione di 5 ore con i vertici di Flamengo e River Plate, club che si contenderanno la 60^ edizione del trofeo in gara unica in programma sabato 23 novembre.

I motivi del cambio di sede in Copa

I dirigenti delle due società, accompagnati dai presidenti delle rispettive federazioni, si sono riuniti ad Asuncion in Paraguay per individuare una destinazione alternativa. Le motivazioni vanno ricondotte alle violente proteste che stanno coinvolgendo da settimane il Cile, Paese al quale era stata inizialmente assegnata la finale della Copa Libertadores 2019 a Santiago. Nonostante le rassicurazioni del ministro dello sport cileno, certo dello svolgimento dell’incontro senza problemi di ordine pubblico, la Conmebol ha preferito non rischiare. Dello stesso avviso il sindaco di Santiago: "Se non ci sono le condizioni per far riprendere il campionato locale, figuriamoci come potrebbero esserci per un evento di portata internazionale". Le rivolte e gli scontri proseguono in tutto il Cile, disordini che stanno compromettendo la ripresa del torneo nazionale in una situazione totalmente instabile. Da qui la decisione di optare per Lima sebbene la prima ipotesi suggerisse il trasferimento della finale ad Asuncion: qui si disputerà la finale della Copa Sudamericana, ecco perché si giocherà in Perù grazie alla maggiore capienza dell’Estadio Monumental. "La scelta del nuovo scenario si basa sull’offerta del governo del Perù e sulle garanzie di sicurezza che ha dato. La decisione è stata concordata con i presidenti dei club Flamengo e River e con le federazioni di Argentina, Brasile e Cile e va anche a vantaggio della politica di realizzare ciascuna delle finali uniche in diversi Paesi", ha spiegato nel comunicato la Conmebol.

I più letti di calcio