Manuel Pasqual si ritira: "Grazie a tutti, ora è tempo di una nuova sfida"

Calcio

Con un post su Instagram, l'ex terzino annuncia la fine di una carriera lunga 20 anni. E lascia spazio a qualche ipotesi sul suo futuro: "Ora sono più grande, è tempo di una nuova avventura"

Manuel Pasqual dice basta al calcio giocato. Dopo 20 anni di carriera, il terzino di San Donà di Piave (in provincia Venezia) ha comunicato su Instagram la sua decisione di smettere. "Eccoci ...è arrivato il momento che ogni sportivo non vorrebbe arrivasse mai! Avrei voluto spostarlo almeno di un anno ma le circostanze non lo hanno permesso e quindi sono costretto a svegliarmi da un Sogno durato 30 anni. GRAZIE GRAZIE GRAZIE": così Pasqual inizia il suo post di ringraziamenti alle società che ha rappresentato in carriera, ad allenatori e compagni che ha incontrato sul suo percorso, ma anche a familiari e amici.

E in chiusura, non manca dal dare qualche indicazione per il futuro: "Ora sono un po’ più grande ,volto pagina ...inizia una nuova storia....una nuova sfida...una nuova avventura".

Dai dilettanti alla qualificazione in Champions sfumata

Il percorso di Manuel Pasqual è partito dalle giovanili della Reggina, nell'estate del 1999. Bruciando le tappe, il terzino è passato presto dal campionato dilettantistico (con la Derthona) alla Serie C (Treviso), fino ad approdare alla Fiorentina di Cesare Prandelli.

In viola tocca i punti più alti della sua carriera: al primo campionato in Toscana (2005-06) totalizza 35 presenze nel percorso che porta la sua squadra al quarto posto e alla qualificazione ai preliminari di Champions League, revocati poi nelle sentenze seguite alla vicenda Calciopoli

Sempre con la maglia della Fiorentina si toglierà la soddisfazione del primo gol nelle competizioni europee, il 6 novembre 2014 su punizione contro il PAOK Salonicco. Lascia nel 2016, da capitano, i colori viola, per trasferirsi all'Empoli. Protagonista, da capitano, della promozione dei toscani in Serie A nel 2017-18, è rimasto svincolato nell'ultima estate, dopo la retrocessione dei suoi in B.

E con un post su Instagram, ha deciso di porre definitivamente fine alla sua carriera, in cui si è tolto anche la soddisfazione di vestire per 11 partite la maglia azzurra della Nazionale.

I più letti di calcio