Amburgo: Leistner aggredisce un tifoso, poi si scusa: "Ho perso la testa". VIDEO

amburgo

Follia del difensore, che risponde agli insulti che arrivano dagli spalti scavalcando i tabelloni pubblicitari e spintonando un tifoso avversario. Provvidenziale gli interventi di alcuni tifosi vicini e degli steward per evitare che la situazione degenerasse. Il giocatore si è scusato sui social: "Ho perso la testa"

Nervi tesissimi in Coppa di Germania. Al fischio finale di Dinamo Dresda-Amburgo, partita vinta per 4-1 dalla formazione di casa, Toni Leistner, difensore dell'Amburgo - club di Zweite Liga - ha perso la testa a causa della brutta sconfitta contro una squadra di terza serie e di qualche insulto di troppo arrivato dagli spalti del Rudolf-Harbig-Stadion, dove erano presenti 10.053 spettatori. Come dimostra un filmato diffuso su Twitter, il numero 37 della squadra ospite ha interrotto l'intervista che stava concedendo a bordo campo per dirigersi verso la tribuna. Lì ha individuato uno dei tifosi avversari che lo stava insultando, aggredendolo.

Rischia una pesante squalifica

leggi anche

Dier contro un tifoso, la FA apre un'inchiesta

Provvidenziale per dividere il giocatore dal tifoso l'intervento di alcuni spettatori vicini e degli steward, che hanno allontanato il calciatore e lo hanno riaccompagnato verso il terreno di gioco. Per Leistner, difensore 30enne con un passato tra Queens Park Rangers, Colonia e Union Berlin, sembra inevitabile una lunga squalifica

Le scuse su Instagram: "Ho perso la testa"

Il gesto di Leistner è avvenuto al termine della gara giocata con il maggior numero di spettatori sugli spalti in Germania dal momento del ritorno in campo dopo il lockdown. Il difensore ha scelto Instagram per scusarsi: "Ho ricevuto alcuni insulti molto forti dalle tribune nella mia città natale dopo la partita - la sua spiegazione - di solito li gestisco, ma poi hanno esagerato attaccando la mia famiglia, mia moglie e mia figlia. In quel momento sono esploso, soprattutto perché questo era già una partita particolare per me. Reazioni del genere non dovrebbero accadere, sono un padre di famiglia. Mi scuso per il mio comportamento e posso solo promettere che indipendentemente dagli insulti che mi verranno fatti una cosa del genere non si ripeterà mai più".

Le scuse di Leistner su Instagram - Instagram

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche