In Turchia si parla di Serie A: merito di Francesco Farioli

la storia

Eleonora Serra

farioli_ok3

31 anni, vice allenatore all'Alanyaspor con un passato nello staff di De Zerbi prima al Benevento e poi al Sassuolo. La sua storia...

Vi chiederete come mai, in una trasmissione sportiva turca (targata Bein Sport), dove si parla di calcio e di Süper Lig, analizzino un video tratto da Milan-Sassuolo della scorsa stagione, mettendo in evidenza l’innovativo ruolo di Andrea Consigli nella costruzione del gioco. Beh… semplice: perché in Turchia non avevano mai visto nulla del genere, prima di un mesetto fa. E cioè prima che Francesco Farioli, ex preparatore dei portieri di Roberto De Zerbi a Sassuolo, assumesse il ruolo di vice allenatore dell’Alanyaspor, società che milita nel massimo campionato turco.

farioli bein sport
La trasmissione di Bein Sport in Turchia dove si parla del Sassuolo

Dove tutto è cominciato

E’ stato il più giovane preparatore dei portieri nel calcio professionistico italiano, quando a 25 anni ha iniziato nella Lucchese. Poi è volato in Qatar, ma è stata la chiamata di De Zerbi, a cambiargli la vita.

Farioli e De Zerbi ai tempi del Sassuolo
Farioli e De Zerbi ai tempi del Sassuolo

Il mago dei portieri

Prima a Benevento, per cercare una salvezza in corsa da “mission impossible”, sfuggita solo a pochi passi dal traguardo. Ma con scatti indelebili a incorniciare l’esperienza, come il gol del portiere Brignoli al 92' di Benevento-Milan. Poi, sempre con De Zerbi, a Sassuolo per trasformare Consigli in uno dei portieri più efficaci e moderni della nostra Serie A. Nella scorsa stagione il portiere del Sassuolo è stato il miglior pararigori del campionato, ma soprattutto il portiere con il maggior numero di interventi nello spazio.

farioli 4

L’uomo in più per costruire l’azione, un ruolo moderno e oltremodo partecipativo che gli ha permesso di essere “il portiere più temerario d’Europa”, con il maggior numero di passaggi filtranti riusciti, e un protagonismo nella costruzione dell’azione centrale e decisivo.  Insomma, se il portiere costruisce l’azione si “guadagna” un giocatore in più che occupando spazio può creare superiorità. Un “piano” congeniale a Consigli, studiato a tavolino da Francesco Farioli, che con De Zerbi e il suo staff ha creato una “bolla” di calcio moderno e gioco alto, da far divertire il Mapei e non solo.

2 continenti e 3 nazioni dopo…

Ma è di quest’estate l’ulteriore trasferimento di Farioli. Dopo un volo a Barcellona, per tenere una lezione  a studenti e allenatori della Masia con argomento principale la costruzione del gioco dal basso, arriva la chiamata dell’Alanyaspor, società turca che milita nella Süper Lig. Il ruolo questa volta è di vice allenatore, diventa il secondo del direttore tecnico Çağdaş Atan. Ed è l’ennesimo salto che sceglie per la sua carriera. Un passo in avanti verso il ruolo e l’ambizione di diventare, un giorno, allenatore.

Timbro "Farioli"

Marafona (portiere Alanyaspor) ha contabilizzato oggi il maggior numero di passaggi nella SüperLig, e la squadra (che ha vinto 2 partite su 2 e si appresta a giocare i preliminari di Europa League giovedi contro il Rosenborg) è la vera sorpresa di questo inizio di stagione. Ma mister Farioli non è solo in questa “avventura”. Ha voluto con sé anche Khouma Babacar, in prestito dal Sassuolo. Un seme di bel calcio italiano che cresce anche in Turchia, a suon di gol e di talento. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche