Argentina: Messi in gol contro l'Ecuador, polemiche in Uruguay-Cile

Calcio
Foto www.afa.com.ar
messi_sito_argentina

L'Argentina non brilla ma batte l'Ecuador grazie a un rigore di Messi, l'Uruguay vince in pieno recupero contro il Cile in una gara tesa e piena di polemiche, pareggio per 2-2 invece tra Paraguay e Perù

Gol e spettacolo, ma anche tante, tantissime polemiche. È questo il quadro che emerge al termine delle prime tre gare sudamericane di qualificazione al prossimo Mondiale che hanno visto l’Argentina battere l’Ecuador per 1-0, l’Uruguay imporsi sul Cile per 2-1 e il Paraguay pareggiare per 2-2 col Perù. In gol, tra gli altri anche Messi e Luis Suarez, ma a rubare la scena in due delle tre gare è stata la Var e le sue decisioni.

Argentina-Ecuador: 1-0

13’ rig. Messi

 

A regalare il successo all’Argentina nella prima giornata di Eliminatorias mondiali è stato un rigore – che l’allenatore dell’Ecuador ha definito “generoso” a fine gara – per fallo sull’ex Genoa e Milan Ocampos, trasformato da Leo Messi al 13’ del primo tempo. Tre punti che non cancellano però una prova poco convincente dell’Albiceleste, che non ha brillato producendo solo poche occasioni da rete nel corso della gara. Scaloni ha mandato in campo dal primo minuto gli “italiani” Martinez Quarta, nuovo acquisto della Fiorentina, De Paul dell’Udinese e Lautaro Martinez dell’Inter; panchina per il Papu Gomez (Atalanta) e tribuna per lo juventino Dybala, colpito da un attacco di  gastroenterite.

Uruguay-Cile: 2-1

approfondimento

Sanchez: "Sto bene, voglio giocare. Vidal un top"

39’ rig. Suarez (U), 54’ Sanchez (C), 90’+3’ Gomez (U)

 

Un lampo di Maxi Gomez, attaccante del Valencia, in pieno recupero decide a favore dell’Uruguay una sfida combattutissima e ricca di polemiche e tensione, fin dalle prime battute. A iniziare dall’intervento del Var che ha segnalato un tocco di mano di Vargas decretando il rigore calciato e realizzato da Luis Suarez al 39’. Alexis Sanchez – tra i migliori in campo – pareggia i conti al 54’ con un bel desto a incrociare, ma a fare infuriare il Cile è il mancato rigore concesso per tocco di mano di Coates all’85, pochi minuti prima della doccia gelata arrivata con la rete del successo uruguaiano in pieno recupero. In campo gli “italiani” Alexis Sanchez e Arturo Vidal (Inter) per il Cile, nell’Uruguay invece oltre allo juventino Bentancur, in campo anche Godin (Uruguay) e Caceres (Fiorentina). Tante le proteste sui social arrivate dall’ambiente cileno al termine della gara contro la direzione arbitrale, tra queste anche il tweet al veleno di Medel che ha saltato il match per infortunio.

Paraguay-Perù: 2-2

52’ Carrillo (Pe), 67’ Romero (P), 81’ Romero (P), 85’ Carrillo (Pe)

 

Quattro gol, due per squadra, tutti nella ripresa, e anche qui polemiche per via di una gomitata di Zambrano, difensore del Perù, ai danni di Almiron punita solo con un cartellino giallo tra le proteste degli avversari che avrebbero gradito una sanzione diversa. A passare in vantaggio è il Perù con Andre Carrillo al 52’, poi la rimonta del Paraguay con Romero, autore di una doppietta al 67’ e all’81’. A siglare il definitivo 2-2 è ancora Carrillo al minuto 85.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche