Nuova avventura per Edgar Davids: sarà l'allenatore dell'Olhanense

Calcio

L'ex centrocampista di Milan, Juventus e Inter ha già diretto nella mattinata di lunedì il primo allenamento e guiderà la formazione portoghese. La squadra si trova attualmente al quarto posto nel girone H della terza divisione

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE IN TEMPO REALE

Edgar Davids torna nel mondo del calcio: l'ex centrocampista tra le altre di Milan, Inter e Juventus sarà il nuovo allenatore dell'Olhanense. La squadra di terza divisione portoghese ha deciso di affidare la panchina a Davids, che così ricomincia la sua carriera da guida tecnica, dopo le esperienze avute come vice allenatore nell'Under 20 della nazionale olandese e come assistente di Andries Jonker al Telstar. L'unica esperienza alla guida di una squadra per Davids risale alla stagione 2012-2013 e 2013-2014, quando svolse inizialmente il ruolo di allenatore-giocatore e poi soltanto di allenatore per il Barnet, formazione di quinta divisione inglese. Il compito di Davids, che ha già diretto il primo allenamento nella mattinata di lunedì, sarà adesso quello di risollevare le sorti dell'Olhanense, attualmente al quarto posto nel girone H della terza divisione portoghese.

Chi è Edgar Davids

approfondimento

Chi ha detto basta nel 2020: tutti i ritirati

Storico centrocampista della Juventus a cavallo tra anni '90 e 2000, Edgar Davids è stato il primo calciatore straniero nella storia a vestire le maglie anche di Inter e Milan, oltre a quella bianconera. Il suo approdo in Italia avviene proprio grazie alla formazione rossonera, che nell'estate del 1996 lo preleva dall'Ajax, club nel quale è cresciuto e con il quale ha conquistato una Coppa Uefa, una Champions League, una Supercoppa Europea e una Coppa Intercontinentale nel corso delle cinque stagioni precedenti. Davids gioca 24 partite con la maglia del Milan nella stagione 1996-97 ma, complice anche il difficile andamento della squadra, non convince e nel gennaio 1997 viene ceduto alla Juventus. Lì comincerà una storia lunga sette stagioni, che lo porterà a essere riconosciuto qualche anno più tardi dai tifosi bianconeri come uno dei 50 calciatori ad aver scritto la storia del club: alla Juve conquista tre scudetti e due Supercoppe italiane, mancando però in due occasioni la vittoria in finale di Champions League (1998 e 2003). Dopo essersi trasferito al Barcellona nel gennaio 2004, tornerà in Italia nella stagione 2004-05 per vestire la maglia dell'Inter, dove però non riuscirà a essere protagonista come a Torino. La sua carriera si concluderà con un ritorno all'Ajax e diverse esperienze in Inghilterra con le maglie di Tottenham, Crystal Palace e Barnet (club di quinta divisione, per il quale svolgerà per un periodo il ruolo di allenatore-giocatore). Nella sua carriera può vantare anche 74 presenze e 6 gol con la nazionale olandese tra il 1994 e il 2005.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche