Gol e assist di Lapadula, Ecuador-Perù 2-2. Festa Brasile al 100', polemiche Colombia

COPA AMERICA
©Getty

Primo gol con la maglia del Perù per Lapadula, autore anche dell'assist per il 2-2 di Carrillo contro l'Ecuador. Pareggio che avvicina la nazionale di Gareca ai quarti di finale. A Rio de Janeiro il Brasile supera al 100' la Colombia tra le polemiche: decide Casemiro ma le proteste dei Cafeteros sono tutte per l'1-1 di Firmino. Cuadrado: "Non è questione di non saper perdere ma le regole sono regole"  

ECUADOR-PERU' 2-2 (highlights)

23′ aut. Tapia (E), 45’+3′ Ay. Preciado (E), 49′ Lapadula (P), 54′ Carrillo (P)

ECUADOR (4-4-1-1): Galindez; An. Preciado, Arboleda, Hincapie, Estupinan; Franco (82′ J. Caicedo), Mendez (81′ Noboa), M. Caicedo, Ay. Preciado (92′ Martinez); Diaz (64′  Mena); Campana (64′ Estrada). Ct: Alfaro

PERU' (4-2-3-1): Gallese; Corzo, Ramos, Callens, Trauco; Tapia, Yotun (93′ Iberico); Carrillo, Pena (78′ Cartagena), Cueva (86′ Araujo); Lapadula (78′ Ormeno). Ct: Gareca

AMMONITI: Hincapie (E), Ramos (P)

Quella di Goiana è una notte da ricordare per Gianluca Lapadula. L'ex attaccante di Milan e Genoa, al Benevento nella scorsa stagione, firma la sua prima rete con il Perù alla settima presenza in nazionale. Suo il centro del momentaneo 1-2 nella partita pareggiata dalla selezione di Gareca contro l'Ecuador. Serata in salita per La Blanquirroja, che va al riposo sotto di due reti: l'autogol di Tapia prima e il centro di Ayrton Preciado nel recupero valgono il 2-0 per l'Ecuador. A cambiare le sorti della partita nel secondo tempo è proprio Lapadula: al 49' riceve palla in buona posizione da Cueva e calcia con il sinistro a incrociare alle spalle di Galindez per il gol del 2-1. Cinque minuti dopo si trasforma in uomo assist: raccoglie un lancio di Pena in fascia, rientra sul sinistro mettendo a sedere Arboleda e apparecchia per Carrillo, che tutto solo davanti alla porta non può sbagliare. 2-2 e risultato che non cambia fino al fischio finale. Perù che aggancia la Colombia a 4 punti in seconda posizione e "vede" la qualificazione ai quarti, Ecuador che avanza a 2 con il Venezuela. La nazionale ecuadoregna si conferma avversario speciale per Lapadula: due settimane fa l'attaccante del Benevento aveva servito i due assist vincenti per Cueva e Advincula nella vittoria per 2-0, la prima della nazionale nel girone sudamericano delle qualificazioni mondiali. Quella notte la foto di Lapadula stremato ma felice sul terreno di gioco aveva fatto il giro del web. Quattordici giorni dopo il "Bambino", come è soprannominato in Perù, l'ha fatto ancora.

BRASILE-COLOMBIA 2-1 (highlights)

vedi anche

Diaz da pazzi, che gol in rovesciata al Brasile!

10' L. Diaz (C), 78' Firmino (B), 90'+10' Casemiro (B)

BRASILE (4-2-3-1): Weverton; Danilo, Marquinhos, Thiago Silva, Alex Sandro (62' Renan Lodi); Fred (68' Paquetà), Casemiro; Everton Ribeiro (46' Firmino), Neymar, Richarlison (77' Gabigol); Gabriel Jesus (77' Everton). Ct: Tite

COLOMBIA (4-4-2): Ospina; Munoz, Mina, D. Sanchez, Tesillo; Cuadrado, Barrios, Uribe, L. Diaz (91' Murillo); Borré (64' Cuellar), Zapata (64' Borja). Ct: Rueda

AMMONITI: Alex Sandro (B), Everton Ribeiro (B), Cuadrado (C), Ospina (C), Neymar (B), Barrios (C), Cuellar (C)

Un tocco di Casemiro alla fine del maxi-recupero assegnato dall'arbitro argentino Pitana permette al Brasile di superare in rimonta la Colombia e restare in vetta al girone B a punteggio pieno. Partita ricca di episodi e polemiche a Rio de Janeiro. Il primo squillo al minuto 10: su cross di Cuadrado, il trequartista del Porto Luis Diaz si coordina e con una splendida semirovesciata batte il portiere brasiliano Weverton. 0-1 e Colombia in vantaggio. La squadra di Tite, schierata con Everton Ribeiro, Neymar e Richarlison alle spalle di Gabriel Jesus, fa fatica a reagire e non impensierisce praticamente mai Ospina nel primo tempo. Nel secondo tempo, la Seleçao entra in campo con un piglio diverso. Al 66' Neymar, servito di tacco da Firmino, salta Ospina ma a porta vuota colpisce il palo. Al 77' l'episodio più discusso della partita: un lancio di Neymar centra l'arbitro Pitana, che gesticola ma non interrompe il gioco. L'azione prosegue con il pallone al Brasile e dopo una serie di passaggi Firmino batte Ospina di testa su cross di Renan Lodi. Inutili le proteste dei colombiani, che proseguono anche dopo la revisione in sala Var che convalida l'1-1. La rabbia dei Cafeteros è alla base del recupero di 10 minuti assegnato da Pitana: al 100' Casemiro approfitta della distrazione della difesa colombiana e stacca di testa su angolo di Neymar. Ospina battuto e terza vittoria su tre nella competizione per il Brasile. Festeggia anche Tite, che stabilisce così il nuovo primato personale di 10 vittorie consecutive nel giorno in cui festeggia cinque anni da Ct.

Cuadrado: "Le regole sono regole"

Clima teso al fischio finale di Brasile-Colombia, attestato anche dal tweet di Juan Cuadrado. Il giocatore della Juve ha postato sui social una foto con un passaggio del regolamento che spiega come ci si deve comportare quando durante un'azione di gioco il pallone colpisce l'arbitro, aggiungendo che "non è questione di non saper perdere ma le regole sono regole".  

Le classifiche

leggi anche

Argentina e Cile si qualificano ai quarti

GIRONE A

Argentina 7

Cile 5

Paraguay 3*

Uruguay 1*

Bolivia 0*

GIRONE B

Brasile 9*

Colombia 4

Perù 4*

Ecuador 2*

Venezuela 2*

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche