Migliorano le condizioni di Stefano Tacconi: ipotizzato il trasferimento in una struttura

tacconi
©LaPresse
tacconi_lapresse

L'ex portiere della Juventus, che è ricoverato all'ospedale di Alessandria dallo scorso 23 aprile per una emorragia cerebrale, ha dato dei notevoli segni di miglioramento per i quali si ipotizza il trasferimento presso una struttura di riabilitazione

Migliorano le condizioni di Stefano Tacconi: l'ex portiere della Juventus, che è ricoverato all'ospedale di Alessandria dallo scorso 23 aprile a causa di un'emorragia cerebrale,  è stato trasferito dal reparto di Terapia Intensiva a quello di Neurochirurgia. A renderlo noto è il direttore del reparto di Neurochirurgia del nosocomio, Andrea Barbanera: "Il paziente ha acquisito l'autonomia respiratoria e un buon stato di vigilanza. Questo ci permette di essere più ottimisti: sarà necessario gestire alcune problematiche nel reparto di Neurochirurgia, ma possiamo ipotizzare il traferimento presso una struttura di riabilitazione tra un paio di settimane".

Tacconi, il figlio: "Ha sconfitto un'altra febbre"

leggi anche

Tacconi, il figlio: "Uscirà da terapia intensiva"

Il trasferimento era stato anticipato dal figlio Andrea nella giornata di venerdì attraverso un post sui suoi profili social: "Dopo aver sconfitto un'altra febbre, probabilmente in giornata uscirà dalla terapia intensiva e verrà spostato in un nuovo reparto", aveva scritto il primogenito di Stefano Tacconi..