Tacconi, il figlio Andrea: "Presto uscirà dalla terapia intensiva"

alessandria
©Ansa
tacconi_ansa

L'ex portiere, ricoverato dallo scorso 23 aprile a causa di una emorragia cerebrale provocata dalla rottura di un'aneurisma, potrebbe uscire dalla terapia intensiva come spiega il figlio Andrea sui social: "Potrebbe essere spostato in un altro reparto"

Buone notizie dall'ospedale di Alessandria per Stefano Tacconi. L'ex portiere, ricoverato dallo scorso 23 aprile, potrebbe presto uscire dalla terapia intensiva. L'aggiornamento sulle sue condizioni di salute arriva dal figlio Andrea, che ha pubblicato un messaggio su Instagram: "Dopo aver sconfitto un'altra febbre, probabilmente in giornata uscirà dalla terapia intensiva e verrà spostato in un nuovo reparto".

65 anni compiuti in ospedale

approfondimento

Tacconi, la moglie: "Sta reagendo bene"

Lo scorso 13 maggio, Stefano Tacconi ha compiuto 65 anni, nel giorno, tra l'altro, dell'anniversario di matrimonio con la moglie Laura Speranza. "Siamo sempre con lui, gli teniamo la mano, reagisce con gli occhi" aveva raccontato la signora Tacconi in un'intervistata da Radio Gold. "Ci vorrà molto tempo, ma sta reagendo bene - prosegue Laura Speranza -  È stata molto dura dal 23 aprile, giorno del mio compleanno, quando si è sentito male. È stato devastante, si è fermato il mondo".

Le condizioni di Tacconi

leggi anche

Tacconi, le condizioni: "Passi in avanti importanti"

Stefano Tacconi è ricoverato dallo scorso 23 aprile, a causa di un'emorragia cerebrale provocata dalla rottura di un'aneurisma. L'ex portiere della Juventus e della Nazionale Italiana si è sentito male ad Asti, dove si trovava per un evento benefico. Nei giorni scorsi, il dottor Andrea Barbanera, direttore della struttura di neurochirurgia dell'ospedale di Alessandria aveva dichiarato: "Ha fatto passi avanti molto importanti". Ora potrebbe uscire dalla terapia intensiva.