Immobile e le critiche, Luis Alberto con Ciro: "Che invidia"

Nazionale

Dopo Roberto Mancini anche lo spagnolo si schiera con il compagno di squadra, al centro di critiche perché non segna con la Nazionale. E Acerbi aggiunge: "Un leone non si preoccupa del parere delle pecore"

ITALIA-LITUANIA LIVE

Non è un momento facile per Ciro Immobile, almeno in Nazionale. Con la Lazio, infatti, l'attaccante 31enne ha ripreso la sua stagione da dove l'aveva conclusa: 4 i gol nelle prime due giornate di Serie A, dopo i 25 della passata annata in tutte le competizioni. Anche Maurizio Sarri lo ha messo subito al centro del suo progetto e, da capitano, l'ex Torino ha risposto come meglio sa fare. Discorso diverso con l'Italia di Roberto Mancini, dove Immobile non è riuscito nelle ultime partite ad avere lo stesso rendimento fatto registrare con la maglia biancoceleste. Da qui anche diverse critiche, a cui ha risposto per primo il ct azzurro nella conferenza stampa che ha preceduto la sfida con la Lituania per le qualificazioni ai prossimi Mondiali: "Io veramente non vedo un grande problema: Ciro ha sempre fatto gol, ora è un momento così, magari al Mondiale fa 8 gol e vincerà la classifica cannonieri e vinceremo il Mondiale", la difesa di Mancini. Con l'Italia sono 15 le reti in 54 presenze segnate dal classe '90, una in meno di Luca Toni e Gianluca Vialli.

Da Luis Alberto ad Acerbi: i messaggi per Immobile

approfondimento

I migliori giocatori dal 2011 anno per anno

Intanto Ciro Immobile ha lasciato il ritiro azzurro a causa di un affaticamento muscolare, facendo ritorno alla Lazio. Qui i suoi compagni lo hanno accolto a braccia aperte, a partire da Luis Alberto. Insieme i due, tra gol e assist, negli ultimi anni hanno costruito le fortune dei biancocelesti. E lo spagnolo si è schierato così al suo fianco su Instagram: "Caro amico, che invidia", la frase che compare vicino alla foto della maglia dei 36 gol. Quella donata a tutta la squadra e allo staff dall'attaccante dopo aver concluso la stagione 2019/20 con la vittoria della Scarpa d'Oro. Un messaggio che si è unito a quelli di tanti colleghi: da Lorenzo Insigne ("A Ciro posso dire solamente di stare tranquillo, non deve dimostrare niente a nessuno) all'amico Francesco Acerbi. Il difensore della Lazio, con cui ha un forte legame, ha usato parole forti sul suo profilo social: "Un leone non si preoccupa del parere delle pecore". Nella storia Instagram anche l'istantanea di un abbraccio, solo l'ultimo dei tanti gesti di sostegno per Ciro Immobile