Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
25 maggio 2019

Joao Felix: "Incontrare Ronaldo è stato un sogno. I miei idoli? Kaká e Rui Costa"

print-icon

Il talentino portoghese sul suo primo faccia a faccia con CR7: "Ho detto ai miei amici che è uguale a come lo vedi sulla PlayStation. È il migliore al mondo con Messi, Neymar e Mbappé". Poi le curiosità: numero di maglia, idoli e futuro

CHI È JOAO FELIX: IL PROFILO

ATLETICO, SOGNO JOAO FELIX PER IL DOPO GRIEZMANN

"È stata una cosa strana, non lo avevo mai incontrato di persona. Quando sono tornato a casa, ho detto ai miei amici che era uguale a come lo vedi sulla PlayStation!". Firmato Joao Felix, talentino con un grande futuro nel mondo del calcio ma ancora ragazzino innamorato del pallone e dei grandi campioni, quasi non si renda conto che, di quell'universo, ora ne fa parte anche lui. Il portoghese ha rilasciato una lunga intervista a BTV, il canale ufficiale del Benfica, dove ha toccato tantissimi temi, tra cui quello dell'incontro con la superstar portoghese. "Non ricordo neanche quello che ci siamo detti - ha proseguito lui sul primo faccia a faccia di sempre con CR7 -, continuavo soltanto a pensare che ero lì, accanto a lui. È stato un sogno ad occhi aperti diventato realtà. Una vera emozione anche solamente essere con lui nello stesso albergo".

Idoli, soprannome e numero

Poi tante altre curiosità oltre all'incontro con Ronaldo che, tra l'altro, Joao Felix mette nella lista dei migliori al mondo insieme a Messi, Neymar e Mbappé. Punto di partenza è il suo futuro: "Sono molto felice qui al Benfica, fin da quando ho fatto il salto in prima squadra: essere lì con tutti quei giocatori che avevo visto in televisione e con cui avevo giocato solo alla PlayStation è stato incredibile. Soprannome? Mi chiamano Joao o Felix, dipende dalle volte. Numero 79? Un giorno dovevamo scegliere i nostri numeri di maglia, compilando un foglio. Ero uno dei più giovani anche nella squadra B nel Benfica e così scelsi per ultimo, ne erano rimasti pochi, tra cui il 79… anche se ho una passione per il 10. Il mio idolo? Da bambino mi piaceva molto Kaká, guardavo molti suoi video, soprattutto quelli in cui appariva anche Rui Costa: fare quello che ha fatto e vinto lui è molto difficile, ma farò di tutto per essere altrettanto un grande calciatore. Obiettivo per la prossima stagione? Fare sempre meglio".

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi