Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
13 settembre 2008

Cobolli Gigli accende i motori: "Juve pronta a decollare"

print-icon
iaq

Vincenzo Iaquinta, attaccante della Juventus, prende alla lettera Cobolli Gigli e spicca il volo. Per lui un ritono da ex al Friuli di Udine

Prima l'Udinese e poi l'esordio in Champions, il presidente bianconero carica la squadra di Ranieri. E l'ad Blanc: "Abbiamo sofferto per arrivare fin qui. Il ritorno in Europa è un punto di partenza"

Juve tra campionato e coppa - Domenica l'Udinese in campionato, mercoledì l'esordio in Champions League contro l'Udinese. Due "ostacoli complicatissimi", secondo il presidente della Juventus, Giovanni Cobolli Gigli, che però non perde l'entusiasmo. "E' finito un ciclo terribile - dice - ora dobbiamo decollare in questo settembre impegnativo."Per arrivare sin qui abbiamo sofferto - aggiunge l'ad bianconero Jean Claude Blanc - la qualificazione in Champions non deve però essere un punto di arrivo, semmai un punto di partenza: puntiamo in altissimo - continua - e la squadra ha tutte le caratteristiche per arrivarci".

Per non dimenticare - I due dirigenti juventini hanno parlato a margine della inaugurazione del monumento dedicato a Riccardo Neri e Alessio Ferramosca, i due giocatori della Berretti annegati in un laghetto del centro d'allenamento di Vinovo nel dicembre del 2006. "Alessio e Riccardo sono sempre nel nostro cuore - sottolinea Cobolli Gigli - ora il possiamo ricordare anche con un elemento tangibile". Realizzato da Leonardo Pivi, il monumento e' un mosaico a colori. Raffigura due calciatori che esultano dopo una rete.