Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
27 settembre 2008

Ancelotti pensa a Dinho e avverte: "Faremo gol su angolo"

print-icon
anc

Ancelotti ottimista in vista della stracittadina milanese

Il tecnico rossonero anticipa solo parte della formazione anti-Inter. Tuttavia, salgono le quotazioni circa la presenza del brasiliano dal 1'. Poi l'intento tattico: "Attaccheremo"

Magnifici sette - Poche anticipazioni il resto solo domenica mattina. Dopo aver detto che Abbiati, Zambrotta, Maldini, Kaladze, Jankulovski, Gattuso e Kakà partiranno titolari, Carlo Ancelotti parla di tattica e strategie rilanciando, tra le righe, anche la candidatura di Ronaldinho a una maglia nell'11 iniziale. Il tecnico ha voluto ribadire un concetto: il Milan non si sente inferiore e cercherà di pressare l'Inter: "C'è la giusta fiducia e il giusto ottimismo - ha detto Ancelotti - Abbiamo fatto tanti passi in avanti da una settimana a questa parte. L'Inter ancora deve esprimere il meglio, così come noi che siamo partiti molto male ma abbiamo fatto ottimi passi in avanti. Domani credo che ci sarà molto equilibrio e non vedo una squadra favorita".

Ronaldinho possibile titolare - Tra gli uomini in grado di rompere l'equilibrio c'è sicuramente Ronaldinho, non convocato in nazionale da Dunga e, ultimamente, tenuto in naftalina a causa di una condizione da migliorare: "Credo che alla fine di questi 15 giorni troverà la giusta forma - ha detto il tecnico rossonero - Ora non sta benissimo, ha dei ritmi ancora bassi ma pur non avendo una condizione accettabile è un giocatore talmente bravo che può essere utile in una partita come domani, certamente non per novanta minuti".

La premonizione - Dopo la dichiarazione d'intenti che vuole un Milan pronto a giocare all'attacco, Ancelotti si lancia anche in una sorta di profezia, tesa a sdrammatizzare la cronica disattenzione che il Milan mostra in occasione delle palle inattive: "Io preferisco pensare positivo e dico che domani faremo un bellissimo gol su calcio d'angolo". Top secret il nome del marcatore.