Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
28 settembre 2008

Mourinho: "Perdere ci può stare". Ibra: "Ha vinto l'arbitro"

print-icon
mou

Un momento di nervosismo da parte di Mourinho

Il tecnico nerazzurro appare sereno dopo la sconfitta nel derby: "Si può perdere, l'importante è non avere paura di giocare, e non abbiamo avuto paura. La classifica? Lazio, Atalanta e Catania, con tutto il rispetto, non le considero"

Più giusto l'1-1 - "Loro hanno segnato un gol, noi no". Questa è la storia della partita secondo José Mourinho. Equilibrio in campo e vittoria della squadra che ha trovato il gol per prima. "E’ stata una partita con due squadre alla pari dove nessuna ha meritato più dell’altra. Forse il risultato più giusto sarebbe stato l’1-1, perché anche in dieci uomini abbiamo avuto delle occasioni nel finale. Ma devo fare i complimenti a loro per la vittoria".

Il gusto della battuta - Sull'arbitraggio lo Special One non si esprime, ma regala l'ennesima "Mourinhata" dedicando un pensiero alle squadre in testa alla classifica: "Non voglio parlare dell’arbitro. Se guardo la classifica, con tutto rispetto, non guardo Lazio, Catania, Atalanta ma il Milan, la Juventus e la Roma, e sono tutte dietro di noi. Siamo uniti e sono fiducioso per il futuro. Abbiamo perso una partita. E’ un cosa che ci può stare.

Ibra contro l'arbitro - Polemico invece l'attaccante Zlatan Ibrahimovic. "Oggi ha vinto l'arbitro, non il  Milan". Lasciando lo stadio Meazza, lo svedese ha fatto questa semplice osservazione davanti a microfoni e taccuini sull'esito del derby. Nel corso della gara l'arbitro Morganti ha espulso il difensore nerazzurro Burdisso e successivamente Marco Materazzi, già in panchina perché sostituito. Durante l'incontro i giocatori dell'Inter avevano anche protestato per una presunta gomitata ricevuta da Adriano nell'area di rigore del Milan nelle fasi finali del secondo tempo.