Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
14 ottobre 2008

Il Milan a Tirana, Ancelotti: ''Un test importante''

print-icon
nes

In attesa del rientro dei nazionali i rossoneri saranno impegnati nel pomeriggio in un'amichevole contro il Partizan. Dopo cinque mesi di convalescenza si rivedrà in campo Nesta bloccato da problemi alla schiena. Per lui prova del nove

Finalmente Nesta - Nel Milan impegnato oggi a Tirana gli occhi degli spettatori saranno tutti per Ronaldinho, Maldini, Seedorf e Inzaghi, quelli di Ancelotti saranno fissi su un solo giocatore: Alessandro Nesta. Sono passati oltre cinque mesi dall'ultima volta in campo, Napoli-Milan dell'11 maggio, con quella sconfitta che dava l'ultimo colpo alle speranze di Champions. Un altro colpo, alla schiena però, Nesta l'ha sentito, forte, il 13 luglio, tre giorni prima di iniziare il ritiro. Sembrava il classico "colpo della strega", ma così non è stato, perché gli esami hanno evidenziato un guaio serio, difficile tanto nel nome quanto nella soluzione: "protrusione discale", dovuta allo schiacciamento di due vertebre. Il rischio operazione era altissimo, ma le cure hanno avuto effetto e il pericolo è rientrato. Niente sala operatoria, ma qualche polemica sì, come d'abitudine quando si fa male.

Prova del nove - Da oggi però Nesta riparte, lo fa dallo stadio Qemal Stafa di Tirana. Che non sarà San Siro, ma almeno non è una sala operatoria. Carlo Ancelotti potrà finalmente testare gli infortunati illustri, compresi Inzaghi e Favalli. "Vediamo la gara di Tirana come una significativa partita di allenamento, importante soprattutto per verificare i  miglioramenti di giocatori ormai in pieno recupero come Nesta, Inzaghi e Favalli - ha spiegato Ancelotti - Occorre, invece, ancora un po' di tempo per Pirlo, Borriello e Senderos".

Gourcuff tornerà - Recuperi importanti in vista del tour de force a cui sarà sottoposto il Milan nei prossimi due mesi: "Siamo pronti - ha aggiunto Ancelotti - a un ciclo di partite senza respiro. Il morale è alto e la squadra c'è. Il vero Milan è anche quello che abbiamo visto,  che sa esprimersi, anche senza qualche giocatore importante". Tra i giocatori importanti, nella prossima stagione potrebbe rientrare Yoann Gourcuff che si sta ben comportando col Bordeaux e in nazionale: "Tornerà di sicuro, è in prestito".