Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
26 gennaio 2009

Inter, ricorso d'urgenza contro le tre giornate ad Adriano

print-icon
adr

Adriano dopo il fallo sul giocatore della Samp Gastaldello sembra dire: "Io non ho fatto nulla"

L'attaccante brasiliano è stato fermato dal giudice sportivo con la prova tv per aver colpito con un pugno Gastaldello. Una giornata anche a Mourinho per "un'espressione ingiuriosa accompagnata da un gesto provocatorio". GUARDA LA SEQUENZA DELLO SCONTRO

COMMENTA NEL FORUM DELL'INTER

L'Inter ha deciso di fare ricorso d'urgenza contro la squalifica per tre giornate inflitta ad Adriano dal giudice sportivo Tosel, mediante la prova tv, per  condotta violenta. I legali della società nerazzurra stanno preparando la documentazione, che sarà depositata nella giornata di martedì.

Il Giudice Sportivo aveva squalificato per tre giornate l'attaccante dell'Inter Leite Ribeiro Adriano, attraverso la prova televisiva. Il giocatore aveva colpito, al 38° del primo tempo della gara Inter-Sampdoria, il calciatore Daniele Gastaldello. Secondo il giudice sportivo "le immagini televisive documentano che, nelle circostanze in causa, in occasione di un calcio d'angolo a favore della squadra neroazzurra, Adriano e Gastaldello, nell'area di rigore doriana affollata da calciatori di entrambe le squadre, si trovavano a stretto, strettissimo contatto. In tale frangente, il calciatore interista, nel sottrarsi alla pressione  esercitata dall'avversario, con una repentino movimento del braccio destro, colpiva con un pugno all'addome il calciatore blu-cerchiato, che si accasciava al suolo con atteggiamento sofferente. Il Direttore di gara non adottava alcun provvedimento disciplinare "non avendo visto" l'accaduto, come precisato a mezzo fax delle ore 13.18 odierne".

Il Giudice "ritiene che l'intenzionalità del pugno inferto sia ovvia ed inoppugnabile e che, in egual misura, ne sia evidente la potenzialità lesiva, per la dinamica del movimento e la zona del corpo attinta. Sussistono, pertanto, gli elementi oggettivi e soggettivi che connotano quella "condotta violenta" che, se "non vista dall'Arbitro", rende ammissibile la prova televisiva ex art 35.

Una giornata di stop è stata inflitta anche a Josè Mourinho "per una espressione ingiuriosa accompagnata da un gesto provocatorio" nei confronti dell'arbitro, durante la gara con la Sampdoria. Il tecnico portoghese aveva urlato all'arbitro Celi: "Tu hai paura".

"Mourinho ha fatto malissimo a fare quello che ha fatto, cosa sarebbe successo se la Sampdoria avesse pareggiato su un errore arbitrale?". Così, ai microfoni de "La Politica nel Pallone" su Gr Parlamento, l'ex presidente di Figc e Lega e membro Cio, Franco Carraro, sull'espulsione dello Special One in Inter-Samp di ieri sera.