Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
09 febbraio 2009

Vincere in extremis, l'importanza dell'ultimo minuto

print-icon
esu

Poulsen ha realizzato la rete che ha regalato alla Juve i tre punti

CHRISTIAN GIORDANO ci racconta il fascino del brivido. Di quando tutto si risolve all'ultimo respiro: ieri, Juventus, Fiorentina e Udinese ne hanno spremuto tre punti pesantissimi. Ma sono tanti gli emuli della famosa Zona Cesarini: eccoli qua

di CHRISTIAN GIORDANO

Ultimo minuto. Pupi Avati e Ugo Tognazzi ci hanno costruito sopra uno dei pochi film sul calcio riusciti. Oggi, epoca di maxi-recuperi, può andare molto oltre il 90', ma non ha perso il fascino del brivido. Di quando tutto si risolve all'ultimo respiro.

Ieri, Juventus, Fiorentina e Udinese ne hanno spremuto tre punti pesantissimi. Poulsen approfitta del liscio di Terlizzi, entrato da 10 minuti per l'infortunio di Potenza, e la Juve si ritrova seconda da sola. Gilardino, un fantasma per 90 minuti, si materializza per il tocco decisivo che issa la Fiorentina al quarto posto. A +1 su Roma e Genoa, già sul 2-0 all'Olimpico quando Julio Baptista firma al 48' il secondo capolavoro giallorosso dopo quello di Vucinic. Al 92' Sànchez ha pescato il jolly valso all'Udinese l'1-0 sul Bologna.

"Zona Cesarini" si diceva una volta, in omaggio a Renato. Tanti, anche in questa stagione, gli emuli del maestro italo-argentino. Cordoba firma al 91' il 3-2 dell'Inter a Reggio nella 10ª giornata. Una settimana dopo, al Dall'Ara, l'autogol di Cicinho al 92' regala al Bologna del debuttante Mihajlovic l'1-1 con la Roma. La lunga crisi dell'Udinese comincia il 9 novembre a San Siro, quando Cruz firma - ancora al 92' - l'1-0 dell'Inter. Nello stesso turno, l'11esimo, Esposito del Lecce sigla al 93' l'1-1 casalingo contro il Milan. Impresa riuscita, alla 13esima giornata, anche a Succi del Palermo, che al 92' ha segnato l'1-1 dei siciliani a Bologna; e a Conti del Cagliari, che al 95' ha firmato al San Paolo il 2-2 col Napoli.

Il Milan invece è lo specialista dei gol dopo il 90' in Coppa Uefa. Aveva cominciato Ronaldinho segnando al 92' l'1-0 sul Braga il 6 novembre a San Siro. E sempre al 92', ma al Fratton Park, Inzaghi ha realizzato il gol del 2-2 contro il Portsmouth. Un finale che Tognazzi, milanista doc, da lassù avrà applaudito.