Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
11 febbraio 2009

Kakà si allena in palestra, il Milan spera per il derby

print-icon
kak

Il Milan spera nel recupero in extremis di Kakà in vista del derby con l'Inter

Un'ipotesi improbabile fino a qualche giorno fa, ma che nelle ultime ore aveva preso piede. Il brasiliano, infortunatosi sabato scorso, sta recuperando, ma sarà dura riuscire a rivederlo in tempo per l'Inter. IL VIDEO CON LE ULTIME NOTIZIE

INTERVIENI NEI FORUM  DI INTER E MILAN

VINCERE E’ ANCORA NELLE TUE MANI, GIOCA AL FANTASCUDETTO

Inter-Milan: la storia, le interviste, la diretta SKY


Secondo giorno di lavoro per i rossoneri nella settimana che terminerà con il grande appuntamento del derby, in programma domenica sera. Per l'allenamento di oggi c'era grande attesa per Kakà, che ieri non ha effettuato ulteriori test al piede infortunato, visto che il dolore era completamente scomparso. Oggi si attendeva una risposta positiva in questo senso, ma non c'è stata: il brasiliano non ha nemmeno corso e ha solo lavorato in palestra. Quindi le probabilità di vedere il brasiliano in campo diminuiscono: un suo utilizzo domenica sera, attualmente improbabile, sarà preso in considerazione solo nelle ultime ore prima della grande sfida.

I nazionali in campo ieri a Londra si sono allenati regolarmente: Thiago Silva e Pirlo hanno lavorato a parte assieme a Nesta, effettuando scatti e cambi di ritmo. Il difensore romano è disponibile ma non ancora al top della forma, ecco perché a giocarsi il posto di secondo difensore centrale accanto a Maldini saranno Favalli, Kaladze, oggi in Irlanda contro la Georgia, e Senderos, anch'egli impegnato con la nazionale svizzera. Lavoro in palestra anche per Ronaldinho e Zambrotta.

Si può parlare di derby del mondo, di sceicco illuminato dalla coppia terribile del city Elano-Robinho, del volante Pirlo -per dirla alla brasiliana- da rivedere per una strana convergenza. Si può parlare dei numeri di Ronaldinho, fumo, arrosto ancora è da stabilire. Si può parlare di tutto, insomma, ma alla fine si parla sempre dell'assenza di Kakà. Chi non ce l'ha, fa finta di snobbarlo. Chi ce l'ha, come il Milan, ringrazia di averlo e pensa solo al piede sinistro del brasiliano. Come sta, gioca, non gioca, tra prettattica e certificati medici. C'è qualche possibilità che Kakà ci sia domenica o no? Molto difficile. Manara, il dottore del Milan, si era espresso così domenica dopo i primi esami. Molto difficile non vuol dire impossibile. All'inizio si parla di 15 giorni fuori, poi improvvisamente il dolore sparisce. E così inizia il tormentone: Kakà sì, Kakà no. Cyclette, un miracolo veloce veloce e ora si passa alla corsa lenta. Una cosa è certa: il solo pensiero di vederlo a San Siro spaventa gli interisti. Kakà è temutissimo e l'universo Milan, su questo, ci gioca. Il numero 22 nel derby distribuisce magie. E se qualcuno si accontenta di Robinho ed Elano, Ancelotti sorride. Un'amichevole è perfetta per i giocolieri brasiliani. Un derby vero è perfetto per chi ha vinto scudetto, champions, mondiale per club, pallone d'oro, fifa world player. Robinho ed Elano? Chi sono...