Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
11 aprile 2009

Mihajlovic si scusa: ''E' tutta colpa mia''

print-icon
bol

Gabi Mudingayi prova a contenere uno scatenato Kharja, in assoluto il migliore in campo al Dall'Ara

Il tecnico rossoblu si assume tutta la responsabilità della batosta subita a domicilio dal Siena ma non è tipo da arrendersi: "C'è da soffrire fino all'ultima giornata e io sono pronto a farlo, così come tutti i miei giocatori"

COMMENTA NEL FORUM DEL BOLOGNA

"E' tutta colpa mia". Sinisa Mihajlovic non si nasconde e mette la sua faccia sulla sconfitta per 4-1 subita dal Bologna per mano del Siena.

"Mi assumo tutta la responsabilità, i ragazzi hanno fatto quello che hanno potuto. Ho avuto a Roma buone risposte e durante la settimana abbiamo fatto bene ma non è andata come speravo".

La sua panchina è più traballante che mai, ma il tecnico rossoblù non è tipo da arrendersi. "Non getto mai la spugna, sono abituato a combattere e lo farò ancora, credo nella possibilità di salvarci anche se è un momento difficile. C'è da soffrire fino all'ultima giornata e io sono pronto a farlo, così come tutti i miei giocatori".

Poi ribadisce che il risultato di oggi è figlio delle sue decisioni, soprattutto quella di schierare due attaccanti con il trequartista a supporto. "La colpa è solo mia perché abbiamo fatto poche partite con due punte: ho spiegato in settimana ai ragazzi che potevamo permetterci di giocare così offensivi, visto che Marazzina e Bombardini avevano fatto bene. Volevo dare un segnale alla squadra, di attaccare di più, ma il Siena è una squadra organizzata e ci ha messo in difficoltà".

Tornando indietro forse non farebbe le stesse scelte, anche se all'inizio le sosteneva con convinzione. "Se avessimo giocato in un altro modo, qualcosa sarebbe cambiato".