Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
14 agosto 2009

Trofeo Tim: antipasto di campionato per Inter, Juve e Milan

print-icon
leo

Leonardo: l'allenatore del Milan si aspetta una reazione dai suoi dopo un precampionato deludente

Nel triangolare in programma questa sera allo stadio Adriatico di Pescara i nerazzurri cercano risposte dopo il ko in Supercoppa, i bianconeri vogliono essere all'altezza e la squadra di Leonardo prova a lasciarsi alle spalle questa estate da incubo

Non ci sarà più bisogno di chiedere alla Lazio e agli spettatori di Pechino (dove si è giocata la Supercoppa Italiana vinta dai biancocelesti), per capire se la Juve ha raggiunto l'Inter, come ha ironicamente detto John Elkann. E neanche per capire se i guai estivi del Milan significano un gap incolmabile rispetto alle più quotate pretendenti allo scudetto. A quattro giorni dal via della serie A, il Trofeo Tim offre a Pescara il tradizionale palcoscenico per il classico antipasto di campionato tra le tre grandi. Sarà pure mini-calcio (tre partite da 45'), sarà pure calcio d'agosto (ma stavolta il campionato comincia proprio lì), e d'altra parte c'è anche il Trofeo Berlusconi (seguilo su SKY Sport) a dire chi non vincerà lo scudetto (la tradizione vuole così: chi vince quella partita non si cuce il tricolore). Però il triangolare alla sua nona edizione, allo stadio Adriatico di Pescara, è l'occasione buona per i tifosi delle tre squadre: si misurano, si confrontano, si tolgono i primi sfizi. E c'è da scommettere che saranno di nuovo scintille.

José Mourinho lo ha già detto. A Pescara spazio ai giovani, alle riserve, a quelli che hanno giocato di meno: nella lista ci sono tre nuovi baby presi dalle giovanili. Però tra i nazionali impegnati ieri in amichevole fuori dai convocati è rimasto il solo Eto'o. Al portoghese interessano solo i "tituli" veri, ovviamente, ma ritrovarsi di fronte i cugini del Milan sarà stimolante anche senza Ancelotti. E poi c'è la Juve di Ferrara che ambisce a giocarsela alla pari. Senza Sissoko e Camoranesi però, perché all'infortunio del maliano si è aggiunto dalla nazionale anche lo stop del centrocampista italo-argentino. Il Milan si presenta invece con Roma, il portiere che rimpiazza Kalac, e i guai fisici di un'estate tormentata, con tanto di sconfitte in sequenza, la coppia Ronaldinho-Pato, il rientrante Gattuso, e soprattuto Huntelaar. Fermi Seedorf e Thiago Silva, mentre un turno di riposo per gli azzurri Pirlo e Zambrotta.

"Fino ad ora il bel gioco era un'ossessione, ora è diventato un piacere", ha ricordato Mourinho per scacciare una volta di più i fantasmi della sconfitta in Supercoppa. "Non penso alle critiche, ma guardo dentro di noi e vedo un futuro", ha aggiunto il tecnico portoghese, che con queste parole si è però impegnato anche per domani a offrire sprazzi di bella Inter. Il Milan aspetta risposte da Huntelaar, unico acquisto eclatante nella stagione dell'addio a Kakà. La Juve dopo una preparazione brillante vuol far dimenticare lo scivolone col Villareal, una di quelle sconfitte "che possono far bene", a detta di Ferrara. Quella bianconera, tra l'altro, è l'unica delle tre "grandi" a non aver mai vinto il Trofeo Tim: sarà pure un "titulo" amichevole, ma cominciare così sarebbe un bell'inizio comunque.

ALTRI TRE ANNI DI GRANDE CALCIO CON SKY

SERIE A, IL CALENDARIO DELLA STAGIONE 2009-2010

COMMENTA NEL FORUM DEL CALCIO ITALIANO