Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
21 agosto 2009

Leonardo al debutto da tecnico: "Fondamentale partire bene"

print-icon
leo

Leonardo, a Siena, farà il suo debutto da allenatore

Il neo allenatore rossonero avvisa la squadra verso la trasferta di Siena: "Dobbiamo cominciare con una vittoria per dare l'impronta giusta al campionato. Non sono qui per fare carriera, ma per aiutare questa società a vincere da subito"

SCOPRI IL FANTASCUDETTO E GIOCA!

COMMENTA NEL FORUM DEL MILAN

"Partire bene è sempre fondamentale anche se non determinante, ma è importante dare subito l'impronta giusta a questo campionato. Siamo in grado di cominciare bene, sarebbe importante per dare un segnale prima di tutto a noi stessi". Leonardo è carico. Comincia il campionato e il brasiliano è pronto per il debutto da tecnico. "Io non sono qui per fare carriera, sono qui per rispondere alla chiamata di una società alla quale sono molto legato, le mie emozioni non contano nulla conta la squadra", continua il brasiliano che spiega di sentire sempre più suo questo ruolo. "Non mi aspettavo un mese così, non dico difficile, ma faticoso. Oggi mi sento molto più forte - continua -, più dentro a questa squadra, ho capito tante cose e mi piace sempre di più fare l'allenatore anche perchè trovo nei giocatori una risposta continua che mi spinge ad andare avanti".

Leonardo non vuole fare proclami: "Questa squadra dirà la sua attraverso le partite, sarà il nostro cammino a dire chi siamo. E' normale che, campionato o Champions League, il Milan parte con voglia di vincere, non è che se affrontiamo le grandi squadre pensiamo di perdere, giochiamo sempre per vincere, ma capiremo partita per partita quello che possiamo fare. Abbiamo la consapevolezza di essere il Milan, affrontiamo il campionato con la voglia di vincere e io credo di avere a disposizione un gruppo importante. Sicuramente l'Inter parte dalla consapevolezza di una squadra che vince da 4 anni e che ha una grande rosa, quindi parte da favorita. La Juve si è rinforzata, viene da un ciclo di ricostruzione e ha una gran voglia di vincere, noi partita dopo partita vedremo chi siamo".

"Il presidente è carico in vista del campionato. Con lui ho un rapporto buono". Alla vigilia dell'esordio in campionato sulla panchina del Milan, Leonardo può contare sul sostegno del patron Silvio Berlusconi. "Il presidente vuole Ronaldinho in campo? Sa di avere una perla e vuole vederla splendere al massimo. Io sono l'allenatore, è normale che io abbia una visione differente", dice il tecnico nella conferenza stampa che precede l'impegno in programma domani sul campo del Siena. "Faro' di tutto affinchè Ronaldinho possa rendere al massimo. Stamattina in allenamento ha fatto cose bellissime, deve farle con continuità. Se fa quello che sa fare, ci porterà lontano", aggiunge. Recentemente, Berlusconi ha affermato che gli ingaggi dei calciatori sono folli e vanno ridotti anche del 50%. "Ha parlato da dirigente del calcio, ha fatto riferimento all'idea di uno sport sostenibile. Non ha parlato dei contratti vigenti, ma di un'idea per il futuro".