Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
30 agosto 2009

Spalletti: "Juve più forte, tornare sul mercato non serve"

print-icon
spa

Luciano Spalletti ha sofferto in panchina nel vedere la sua Roma cedere sotto i colpi di Diego & soci

La delusione dell'allenatore della Roma dopo il ko dell'Olimpico contro i bianconeri: "Non riuscire a trasferire la voglia di lottare a tutta la squadra è anche colpa mia. E' mancato lo spirito battagliero e soprattutto la condizione fisica"

"Non riuscire a trasferire la voglia di lottare a tutta la squadra è anche colpa mia. De Rossi l'ha fatto, Menez e anche Totti hanno caratteristiche diverse. Mancano un po' di spirito battagliero". Luciano Spalletti si assume la sua parte di responsabilità per la sconfitta contro la Juventus, pur riconoscendo grandi meriti agli avversari:  "Loro sono stati più forti nella continuità di gioco nei 90' - ha aggiunto il tecnico giallorosso - Qualche episodio non favorevole c'è stato, ma quello che ci ha danneggiato è la condizione fisica di qualche giocatore".

"L'errore di Cassetti? Facile trovare il colpevole dopo un errorE - ha proseguito -. Il ragazzo è mortificato, e io sono dispiaciuto per lui". La presidente Rosella Sensi spera ancora di intervenire sul mercato, ma Spalletti chiude le porte a nuovi arrivi dell'ultima ora: si rischia solo di fare confusione. "Dobbiamo ritrovare i nostri (Juan, Cicinho, Tonetto, Perrotta, Vucinic, ndr) e salire di condizione in generale", conclude. 

COMMENTA NEL FORUM DELLA ROMA

GUARDA I GOL DELLA SECONDA GIORNATA DI SERIE A