Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
13 settembre 2009

Genoa da capogiro: 4-1 al Napoli e primato con Juve e Samp

print-icon
esu

Va al Genoa il posticipo della terza giornata di Serie A: 4-1 sul Napoli (foto Ap)

Cinque gol, tre espulsi e due rigori nel posticipo della 3a giornata. Ospiti avanti con Hamsik, pari di Floccari dagli undici metri. Mesto, Crespo e Kharja, altro penalty, fanno il resto. Protagonista l'arbitro Tagliavento. GUARDA GLI HIGHLIGHTS

GUARDA I GOL DELLA SERIE A

GENOA-NAPOLI 4-1

41' Hamsik (N), 45' rig Floccari (G), 55' Mesto, 75' Crespo (G), 88' rig. Kharja (G)
GUARDA LA CRONACA


Il Genoa batte 4-1 il Napoli nel posticipo della terza giornata di Serie A e resta in vetta alla classifica insieme alla Juevntus e alla Sampdoria. Al 'Ferraris' parte bene la squadra ospite, che in attacco presenta il tandem Quagliarella-Pià. Non c'è Lavezzi, laasciato inizialmente in panchina. Le telecamere insistono sul primo piano Pocho, e il suo volto tradisce la delusione per la scelta di Donadoni. 

Poche le emozioni nel primo tempo, ma al 41' il tocco di Quagliarella che innesca Hamsik vale il costo del biglietto, almeno per i tifosi del Napoli. Un tocco morbido dal limite che disorienta due avversari e mette il compagno di squadra di non sbagliare a pochi passi da Amelia. Per il Genoa la gara si era già messa in salita al 28', dopo l'espulsione un po' frettolosa di Criscito per intervento su Maggio e successiva sfuriata con l'arbitro. Tagliavento non ha dubbi ed estrare il rosso; il pubblico del 'Ferraris', invece, di dubbi ne ha più d'uno.

Nel secondo tempo il match cambia volto. Il Genoa è decisamente più pimpante e il pareggio non tarda ad arrivare. Il gol però nasce da un rigore concesso per un contatto, apparso innocuo, tra Sculli e Campagnaro. Il direttore di gara è sicuro anche stavolta: per lui il fallo c'è, così come l'espulsione di Campagnaro. Floccari non sciupa la ghiotta chance. Il Napoli però sembra ancora in partita, l'ingresso di Lavezzi dà maggiore freschezza e fantasia all'attacco. 

Ma il gol di Mesto al 55' è la mazzata che stende la suqdra di Donadoni. Gasperini concede spazio a Crespo, esce Floccari. E l'argentino non deluce, andando in rete al 75'. Il sipario sul match cala al 88' con la rete di Kharja, pure questa su rigore. L'azione nasce dal fallo su Palacio di Aronica. Cartellino rosso anche per lui.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

COMMENTA NEI FORUM DELLA SERIE A