Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
19 settembre 2009

Mou al nuovo nemico: Zaccheroni stia zitto, è un perdente

print-icon
cal

Mourinho ha trovato un altro nemico: Alberto Zaccheroni

L'allenatore portoghese risponde all'ex tecnico di Inter e Milan che aveva espresso perplessità sul gioco dei nerazzurri contro il Barcellona: "Zac si dimentica di aver perso 5-1 contro l'Arsenal". GUARDA GRATIS DA MEZZANOTTE I GOL DELLA A SU SKY.it

"Ci sono dei 'fenomeni' del calcio che dimenticano un 5-1 subito in casa contro l'Arsenal. E' nella storia dell'Inter, ma viene a dare a me lezioni su come giocare questa partita contro la migliore del mondo...". Josè Mourinho, tecnico dell'Inter, replica così ad Alberto Zaccheroni, che nei giorni scorsi ha espresso perplessità sul modo in cui i nerazzurri hanno affrontato il Barcellona. "Sono talmente intelligenti che dimenticano il loro passato, incredibile...", dice il tecnico portoghese. "La stampa italiana critica le proprie squadre, noi piangiamo sui problemi invece di risolverli", sottolinea Mourinho. "In altri paesi è in contrario, quando si gioca una competizione europea si insegue tutti insieme un obiettivo. Bisogna scegliere bene chi parla, non dei frustrati che dimenticano il passato. Siamo sempre negativi, portoghesi e italiani sembrano fratelli. Per fortuna che sono russo...".

Atteso da tre partite in sette giorni, "una realtà completamente nuova dopo le prime tre giornate di campionato diluite in un mese", Jose Mourinho ha anticipato che in vista al match di domani contro il Cagliari al Sant'Elia, per il quarto turno di Serie A, sarà il caso di cominciare a pensare a ruotare gli uomini a sua disposizione. "Siamo ancora all'inizio, non c'é una situazione di turnover obbligato, ma quando si ha a che fare con gli impegni delle nazionali e della Champions League ci si deve pensare, valutando giocatore per giocatore", ha detto oggi Mourinho in conferenza stampa. "Sarà utile per far riposare qualcuno e dare delle opportunità a chi lavora e aspetta".

Il calendario non è stato troppo benevolo con la sua Inter, secondo Mourinho: "Perché se per esempio guardiamo ai nostri rivali, alla Juventus, loro giocano di sabato e giovedì, noi di domenica e mercoledì, siamo sfortunati, ma non voglio cercare nessuna spiegazione". Un rimprovero però sì: "Le squadre che giocano in Europa dovevano essere protette". Una domanda sul possibile utilizzo a Cagliari dei giovani Davide Santon e Mario Balotelli, "o tutti e due o nessuno", ha quindi offerto a Mourinho la possibilità di togliersi qualche sassolino dalle scarpe. "Mario, purtroppo per lui, è un'arma in mano ai giornalisti, da usare come e quando vogliono: lo criticatano nell'under e poi lo vogliono titolare con il Barcellona. Quando leggo le parole di questi fenomeni o mi arrabbio o rido".

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

GUARDA TUTTI I GOL DELL'INTER

COMMENTA NEI FORUM DELLA SERIE A