Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
27 settembre 2009

La Juve s'inceppa, Samp in testa. Milan fermato dal Bari

print-icon
hun

L'attaccante olandese del Milan, Huntelaar, ancora a secco di gol nel nostro campionato (foto LaPresse)

Bianconeri ripresi al 93' dal Bologna: prima Trezeguet, poi Adailton. Salva il posto Donadoni con il 2-1 del Napoli al Siena. L'Udinese piega 2-0 il Genoa, De Rossi salva la Roma. A San Siro è solo 0-0. GUARDA GRATIS SU SKY.it TUTTI I GOL DELLA SERIE A

GUARDA GLI HIGHLIGHTS DELLA SERIE A

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

GUARDA LA CRONACA DEI MATCH



Il pareggio di giovedì contro il Genoa ci poteva stare, quello in casa contro il Bologna un po' meno per una squadra come la Juventus che vuole gridare al mondo di essere tornata grande. E' nel finale che i piani di Ferrara vengono scombinati: Adailton raddrizza la gara dopo il vantaggio di Trezeguet nel primo tempo. E così finisce 1-1 all'Olimpico di Torino, con la squadra bianconera che consegna il primo posto in classifica alla "Sampdoro" di Del Neri (a +1) e permette all'Inter di far sentire con più insistenza il fiato sul collo (a -1). Contro gli emiliani, che hanno disputato un'ottima ripresa, la Juventus ha avuto il demerito di non chiudere la contesa al momento giusto. Infine i recuperati: Diego, in campo per oltre 50 minuti, ha disputato una buona a prova. Del Piero, entrato negli ultimi 11 minuti, non ha potuto festeggiare la 400esima partita in A con un successo.

Nel posticipo il Milan non va oltre lo 0-0 a San Siro contro il neopromosso Bari. I rossoneri non riescono mai a sfondare e devono ringraziare ancora una volta il portiere Storari, protagonista di almeno un paio di interventi decisivi.San Siro non ci sta: gli uomini di Leonardo escono tra i fischi del popolo rossonero. Gli applausi sono tutti per i ragazzi di Ventura, autori di un’ottima gara. 


Male il Genoa. La squadra di Gasperini perde aderenza dalle primissime posizioni perdendo 2-0 ad Udine. Tanto per cambiare, è super-Di Natale a aprire le danze per i friulani. L'attaccante campano, leader della classifica marcatori, è all'ottavo sigillo in campionato. A due minuti dal termine arriva il raddoppio di Pepe.

Roma a sprazzi. La squadra di Ranieri è una bella incompiuta. Lo dice l'andamento della sua stagione, diove finora ha alternato prove entusiasmanti (vedi il 3-1 contro la Fiorentina) ad altre molto meno convincenti, come l'ultima contro il Catania. La partita contro i siciliani va in archivio con il risultato di 1-1. E' il giapponese Morimoto a sbloccare nel primo tempo, mentre De Rossi riacciuffa il pari nel secondo minuto di recupero.

Il presidente De Laurentiis attacca, Donadoni risponde sul campo. Il tecnico del Napoli, criticato dal numero uno del club per risultati negativi finora racimolati, si riscatta e grazie alla doppietta di Hamsik trova il successo per 2-1 contro il Siena. 

Battuta d'arresto per il Parma di Guidolin. Sesti in classifica, gli emiliani sono stati sconfitti 2-0 tra le mura domestiche del 'Tardini' dal Cagliari. Per i rossoblù, e soprattutto per il tecnico Allegri, una boccata d'ossigeno. Jeda e Dessena i marcatori.

Un autentico assedio nel finale. E' così che la Lazio, all'Olimpico, conquista il pareggio contro il Palermo di Zenga e, nel finale, "rischia" addirittura di ribaltare il risultato. Cavani segna per gli ospiti al 75'. Ma subito dopo si scatena Zarate, che trova il pareggio al 40'. Di fuoco gli ultimi 5 minuti, con i biancocelesti a un soffio dal vantaggio: un doppio miracolo di Sirigu su Rocchi e la pessima mira di Mauri che a porta vuota non trova il bersaglio, evitano la disfatta ai rosanero. Chiusa sull'1-1 anche Chievo-Atalanta. I gol nella ripresa. Tiribocchi porta avanti i nerazzurri, poi il consueto zampino di Pellissier.