Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
17 ottobre 2009

Inter devastante, Juve ancora in affanno. Gli highlights

print-icon
spo

L'Inter batte 5-0 il Genoa al 'Ferraris' (foto Ansa)

I nerazzurri travolgono 5-0 il Genoa al 'Ferraris' e, soli in testa, vanno a +4 dai bianconeri, fermati sull'1-1 dalla Fiorentina. Tafferugli fuori dall'Olimpico: tre fermi. Domenica Lazio-Samp. GUARDA GRATIS GLI HIGHLIGHTS SU SKY.it

GUARDA GLI HIGHLIGHTS DELLA SERIE A

GUARDA LA CRONACA DEL MATCH



JUVENTUS-FIORENTINA 1-1

5' Vargas (F), 19' Amauri (J)

Juventus e Fiorentina pareggiano e procedono a braccetto al terzo posto in campionato. L'anticipo  pomeridiano dell'Olimpico finisce 1-1. Tutti nel primo tempo i gol: apre Vargas, risponde Amauri. Un pareggio tutto sommato giusto ma che soddisfa solo la Fiorentina. A Torino è la serata degli ex, dal bianconero Felipe Melo ai viola Marchionni e Zanetti, e dei ritorni: nella Juve si rivede  Sissoko dopo uno stop di 7 mesi e Amauri ritrova il gol dopo un  digiuno di circa 8 mesi. La rete del brasiliano raddrizza un primo  tempo che per la squadra di Ferrara prende subito una brutta piega. Prandelli, che festeggia le 200 panchine con la Fiorentina, preferisce Jovetic a Mutu. E il montenegrino lo ripaga subito fornendo a Vargas l'assist per il vantaggio viola.  La Juve si riorganizza e al 19' trova la via della rete con Amauri.

Incontro vibrante anche nella ripresa. La Juve a sprazzi riacquista la tradizionale solidità, fa girare bene la palla e prova a sfondare la retroguardia ospite. Ma lo fa con scarsa lucidità. Sull'altro fronte, la squadra di Prandelli continua ad interpretare il confronto in maniera sfacciata e in diverse occasioni si ripresenta in zona Buffon. Anche qui, però, un po' d'imprecisione impedisce di spingere il pallone nella rete. Il pareggio frena ancora la Juve, che non riscatta il ko di Palermo. Carica invece una splendida Fiorentina che in classifica aggancia proprio gli avversari di giornata al terzo posto. E la settimana prossima torna la Champions League.

Tensione fuori dallo stadio - Non si sono registrati incidenti gravi, in occasione della p dell'Olimpico di Torino, ma le forze dell'ordine sono intervenute più volte con forza per impedire il contatto fra le tifoserie, quella bianconera con gli oltre 1.500 tifosi viola, in buona  parte arrivati con i 30 pullman parcheggiati nella zona dello  stadio. In particolare, mezz'ora prima della partita, gli agenti del reparto mobile e della Digos hanno bloccato, fuori dallo stadio, all'altezza della curva dei tifosi ospiti, un gruppo di circa 50  sostenitori della Juventus che cercava di aggredire gli  esponenti della fazione opposta. Nel parapiglia che ne è nato sono stati effettuati tre fermi di altrettanti tifosi bianconeri: due di questi non hanno voluto fornire le loro generalità e sono stati denunciati, il terzo ha aggredito un poliziotto, mordendogli una mano, ed è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, ma anche per inottemperanza al Daspo, il provvedimento che vieta l'entrata allo stadio. Un altro juventino è stato bloccato nella zona del filtraggio, all'entrata dello stadio, perché trovato con addosso degli artifici pirotecnici che stava cercando di far  entrare nello stadio: molto probabilmente in serata verrà arrestato.

GUARDA LA CRONACA DEL MATCH



GENOA-INTER 0-5
6' Cambiasso, 31' Balotelli, 45' Stankovic, 66' Viera, 71' Maicon

Una dimostrazione di forza impressionante, un messaggio chiaro a tutte le rivali: questa Inter è ancora la più forte, è la squadra da battere e i 4 punti di vantaggio su Juventus e Fiorentina, dopo 8 giornate, lo dimostrano. In attesa di vedere cosa farà domenica la Samp sul campo della Lazio, José Mourinho si gode un primato in tutta solitudine, ma soprattutto una prestazione perfetta, contro un Genoa in formazione ampiamente rimaneggiata. Il match si mette subito in discesa per i campioni d'Italia che, privi di Milito ed Eto'o, si affidando ad un 4-3-2-1 con Sneijder e Stankovic alle spalle di Balotelli e, già al 6', passano in vantaggio con una girata a rete di Cambiasso che, deviata da Modesto, beffa Buffon. Il Genoa, che era partito bene, gioca con il classico 3-4-3, con Floccari al centro dell'attacco, Sculli e Palladino sulle fasce. Dopo il gol il Grifone stenta a ritrovarsi, Stankovic sfiora due volte il gol, ma al 31' è Balotelli, su assist di Sneijder, a trovare il gol del 2-0.

Partita nervosa e, al 49', arriva il 3-0 con un incredibile gol da centrocampo di Stankovic che beffa Amelia, intercettando il suo rilancio e calciando al volo in porta. Nel finale di un primo tempo, comunque nervoso, tensione alle stelle, con Rossi, Scarpi e Maicon protagonisti. Nella ripresa ancora Inter, Amelia è bravo a respingere il colpo di testa di Balotelli, ma nonostante i cambi di Gasperini, il Genoa crolla. Al 21' Sneijder inventa un perfetto assist per Vieira che supera Modestro e batte Amelia siglando il 4-0.

Grifone abbattuto, Inter spietata: al 26' Maicon sfrutta un rimpallo e segna il 5-0. La squadra di Mourinho si porta a quota 19 punti, 3 in più della Samp (una partita in meno), +4 su Juve e Fiorentina. Il Genoa resta a 13, ma si consola con l'affetto del suo pubblico che ha continuato ad incitare la squadra anche sullo 0-5: una lezione di sportività e di attaccamento ai colori.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

COMMENTA NEI FORUM DELLA SERIE A