Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
30 ottobre 2009

Mazzarri: Juve, l'avversario peggiore che potesse capitarci

print-icon
maz

Senza paura. Walter Mazzarri rispetta la Juve, ma non la teme: faremo di tutto per renderle la vita difficile (foto ap)

Il tecnico del Napoli alla vigilia del match con i bianconeri avverte, ma allo stesso tempo carica i suoi: stanno andando a mille, ci vorrà una prestazione super. Faremo di tutto per rendere la vita difficile ai nostri rivali. GUARDA GRATIS GLI HIGHLIGHTS

GUARDA GRATIS TUTTI GLI HIGHLIGHTS

GUARDA I GOL DI NAPOLI-MILAN

COMMENTA NEL FORUM DEL NAPOLI

GUIDA TV: JUVE-NAPOLI SU SKY

"La Juventus sta andando a mille, ci vorrà una prestazione super". Walter Mazzarri avverte il suo Napoli, che domani fa visita alla Juventus nell'anticipo pomeridiano dell'undicesima giornata del campionato di Serie A. "La Juventus è probabilmente la squadra più in forma in questo momento e sta andando a mille. E' la partita più difficile che potesse capitarci. Ma questo non significa che noi partiamo battuti. Faremo di tutto per rendere la vita difficile ai nostri avversari", dice il tecnico partenopeo.

Il Napoli è reduce dal 2-2 casalingo acciuffato in extremis  contro il Milan. "E' stata una rimonta esaltante. Io tra l'altro sono sempre in una bolla insonorizzata quando seguo la partita, mi isolo e quasi non avverto i rumori circostanti. Eppure il boato del San Paolo l'ho sentito fortissimo e mi ha fatto sobbalzare al gol del pareggio", dice Mazzarri. "C'è grande orgoglio per la reazione dei ragazzi ma anche un po' di rammarico per quei primi minuti di gioco in cui ci siamo fatti cogliere di sorpresa. In ogni caso mi è piaciuto l'atteggiamento della squadra. Sinora, da quando ci sono io, al San Paolo abbiamo sempre cominciato le partite in salite e sempre siamo riusciti a rimontare. Questo è il pregio che ha mostrato il Napoli prima di ogni altra cosa: il carattere", aggiunge. 

Alla terza partita in sette giorni, l'allenatore  potrebbe modificare la formazione e inserire forze fresche. "E'  probabile ma devo valutare ancora tutto. Non avrò molto tempo e  quindi parlerò coi ragazzi e deciderò la formazione dopo la rifinitura che faremo a Torino. Anche perché questi giocatori non sono abituati a giocare ogni tre giorni, come possono esserlo invece quelli della Juventus", dice Mazzarri.

"In ogni caso, possono cambiare gli uomini ma non deve mai cambiare la mentalità. Voglio una squadra propositiva che metta l'anima fino al novantacinquesimo. E sotto questo profilo ho trovato un gruppo disponibile, che mi segue e mi sta dando grosse risposte – prosegue -. Lo avete visto dopo il gol di Denis al Milan: tutta la squadra, compreso chi era in panchina, è impazzita di gioia. Questo è lo spirito che mi rende felice".

Il Napoli, con Mazzarri in panchina, ha ottenuto 7 punti in 3 partite. "La gara di domani è certamente una verifica importante ma, al di là di questo, non faccio ragionamenti a lunga proiezione. Io ho sempre lavorato così, aspettando risposte settimana dopo settimana", dice senza fissare traguardi. "Avremo di fronte uno squadrone, con  valori tecnici enormi, ma io penso solo alla nostra prestazione. Quando si fanno le cose per bene e si lavora con delle idee precise, poi i risultati alla lunga arrivano. E anche se ci dovessero essere  battute d'arresto bisognerà sempre continuare con entusiasmo e convinzione", conclude.