Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
08 novembre 2009

"Berlusconi non vende. Scudetto? Porta male parlarne"

print-icon
gal

Nel dubbio, meglio toccare il cornetto: ma Galliani è sicuro sulle intenzioni di Berlusconi

Così l'ad rossonero Galliani dopo Milan-Lazio: il presidente ha detto che, se dovesse arrivare uno più forte di lui, venderebbe. Ma non essendoci nessuno più forte di lui, di conseguenza non venderà mai la società...". GUARDA I GOL DEL MILAN SU SKY.it

GUARDA I GOL DI MILAN-PARMA

COMMENTA NEL FORUM DEL MILAN

TUTTI I GOL DELLA TERZA GIORNATA DI CHAMPIONS

GUARDA GLI HIGHLIGHTS DELLA SERIE A

"Berlusconi non venderà mai il Milan". Lo ha detto Adriano Galliani, intervenendo alla trasmissione della Rai, 'Quelli che il calcio', smentendo le voci dei giorni scorsi di una possibile cessione del club rossonero agli arabi.

"Berlusconi ha detto che, se dovesse arrivare uno più forte di lui, venderebbe il Milan - dichiara Galliani - ma non essendoci nessuno più forte di lui di conseguenza non venderà mai il Milan", ha aggiunto l'amministratore delegato del club rossonero.

Galliani, al termine della partita vinta contro la Lazio, non parla di scudetto perché "porta male" farlo, ma di modulo alla brasiliana sì. "Questo modulo piace tantissimo, soprattutto al nostro allenatore: lui, da quando andai a prenderlo nel Pari Saint-Germain, mi ha sempre parlato di questo mito del Brasile di Tele Santana dell'82. Noi siamo riusciti finalmente a giocare con quattro attaccanti, come Ronaldinho, Pato, Borriello e Seedorf", ha detto il dirigente rossonero.

"La mancata convocazione di Pato in Nazionale? Lui sta facendo molto bene, il ct brasiliano è Dunga e può chiamare chi vuole. Kakà? Quando mi ha abbracciato nel tunnel martedì sera ho avuto un colpo al cuore. Lo scudetto? Porta sfortuna parlarne", ha aggiunto.