Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
24 novembre 2009

Plusvalenze Juve: assolti Moggi, Giraudo e Bettega

print-icon
bet

Bettega, Moggi e Giraudo: la triade a capo della Juve qualche anno fa (foto AP)

La vecchia "triade" della Juventus era accusata di gonfiare i prezzi del cartellino di alcuni giocatori per truccare i conti della società. I pm avevano chiesto 3 anni per Moggi e Giraudo e 2 per Bettega: assolti "perché il fatto non sussiste". IL VIDEO

GUARDA GLI HIGHLIGHTS DELLA SERIE A

Antonio Giraudo, Luciano Moggi e Roberto Bettega sono stati assolti oggi, "perché il fatto non sussiste", al processo per i conti della vecchia gestione della Juventus. La causa si è celebrata con il rito abbreviato ed era lo sbocco dell'inchiesta sulle cosiddette plusvalenze sulla compravendita di giocatori. I pm Marco Gianoglio e Antonio Pacileo avevano chiesto tre anni per Luciano Moggi e Antonio Giraudo, due anni per Roberto Bettega. La Juventus aveva proposto di patteggiare una pena pecuniaria ma il giudice, Dante Cibinel, non solo non ha accolto la proposta ma ha assolto la società.

La società bianconera fa sapere di aver accolto "con soddisfazione" la sentenza di assoluzione emessa dal Tribunale di Torino in merito al procedimento in corso per falso in bilancio. "Grazie alla strategia difensiva di tutti gli imputati portata avanti in questi anni, - si sottolinea in una nota della Juventus - è stata infatti riconosciuta la correttezza del comportamento della società. Le perizie depositate dai legali della Juventus - che sostenevano la tesi secondo cui la valutazione dei giocatori non può essere stabilita sulla base di listini o di altri parametri non propri del mercato del calcio - e le memorie difensive di tutti gli imputati hanno quindi permesso al giudice Dante Cibinel di assolvere la società e i suoi ex amministratori, Antonio Giraudo, Luciano Moggi e Roberto Bettega, per non aver commesso il fatto". Infine, la Juventus precisa che "non si è mai dissociata dall'attività difensiva comune a tutti gli imputati", ma "si era limitata a definire con la Procura della Repubblica di Torino un congruo ammontare per le violazioni amministrative che fossero eventualmente state riconosciute a suo carico".

Soddisfatti anche gli avvocati di Moggi, Giraudo e Bettega: "Le pronunce di una magistratura competente e indipendente restituiscono dignità e onore alla Juventus, ai suoi milioni di tifosi, alle persone che l'hanno amministrata con tanto successo e fedeltà nel corso di ben dodici anni, a tutto il mondo dello sport". "L'offensiva basata sul nulla - si legge nella nota - che dal 2006 si è abbattuta sulla Juventus per ragioni tutte interne al mondo del calcio riceve costante e radicale smentita dalle verifiche giudiziarie". La nota è firmata dagli avvocati Sergio Badellino, Andrea Galasso, Michele Galasso, Fulvio Gianaria, Alberto Mittone, Andrea Pronatti.

COMMENTA NEI FORUM DELLA SERIE A

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT