Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
11 dicembre 2009

Inter, squadra che vince si cambia. E Mou resta in silenzio

print-icon
mou

José Mourinho non siederà in panchina nella sfida con l'Atalanta perché squalificato (Foto AP)

E' stata annullata la conferenza stampa di sabato alla vigilia della sfida con l'Atalanta. A Bergamo, tuttavia, il tecnico portoghese farà turnover: si ritorna al rombo con Sneijder dietro le punte. In difesa provato Materazzi. I GOL DELL'INTER SU SKY.it

TUTTI I GOL DELLA CHAMPIONS DA SKY SPORT

COMMENTA NEL FORUM DELL'INTER

GUARDA GLI HIGHLIGHTS DELLA SERIE A

di Massimiliano Nebuloni

Inter che vince si cambia: per squalifiche (Muntari), infortuni (Samuel e Stankovic) e abitudine (Balotelli) anche se il dubbio sull'eroe di coppa resterà in sospeso fino a domenica. In realtà Milito contro il Rubin è sembrato scarico come una pila, ma per provare a battere l'Atalanta Mourinho gli chiederà di stringere i denti, per poi giocarsi - eventualmente a partita in corso - l'opzione Balotelli, che il 6 aprile 2008 proprio a Bergamo, fu schierato a sorpresa titolare e segnò il suo primo gol in serie A, contribuendo in maniera decisiva all'ultimo scudetto della gestione Mancini.

A Bergamo l'Inter riacquisterà la fisionomia classica, che prevede il rombo a centrocampo e Sneijder dietro le punte; senza Stankovic e Muntari resterà fuori Vieira, che entro Natale chiederà di essere ceduto (l'Arsenal è la destinazione più gradita) per cercare di non perdere il treno mundial, mentre in difesa nell'ultimo alenamento è stato provato Materazzi al fianco di Lucio, e non Cordoba, convincente con il Rubìn. Forse perchè Mourinho ha ancora negli occhi la sconfitta della scorsa stagione a Bergamo, la peggiore in campionato della sua gestione, che coincise a fine gara con la condanna pubblica di Cordoba, appunto, e di Maxwell, da allora caduti in disgrazia.

Stavolta Mourinho potrà dare istruzioni alla squadra solo dalla tribuna: è squalificato e in panchina al suo posto ci sarà Beppe Baresi, che come Sneijder ha l'effetto di un talismano: nei due precedenti in cui il portoghese non sedeva in panchina (a Catania la stagione scorsa, con il Napoli a settembre) l'Inter ha sempre vinto. Stavolta in più starà anche in silenzio: la conferenza stampa della vigilia infatti è stata annullata. Inter che vince, cambia abitudini.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT