Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
19 dicembre 2009

Letterine dalla serie A: "Babbo Natale regalami 3 punti"

print-icon
nat

Tutta la serie A chiede un regalo a Babbo Natale, i tre punti nell'ultima giornata prima della sosta (Foto AP)

Il campionato chiude l'anno solare e tutti i club hanno voglia di concludere con buoni propositi per il futuro. Mou ha chiesto un regalo a Moratti, Leonardo un po' più di salute e le pericolanti "solo" una vittoria. GLI HIGHLIGHTS DELLA SERIE A SU SKY.it

GUARDA GLI HIGHLIGHTS DELLA SERIE A

COMMENTA NEI FORUM DI SERIE A

di Francesco Cosatti

Le ultime 48 ore di impegno. Poi tutti in vacanza. Tranne lui: babbo natale. Sarà impegnato quando tutti sono in vacanza. E quest'anno il lavoro sarà decisamente straordinario. Perché le letterine sono tante. E dopo un sorteggio di Champions così, ci vuole davvero qualche regalo a tutta la serie A. In anticipo su tutti al babbo speciale ha scritto Ferrara. La vittoria contro il Catania è più di una speranza. Scacciare l'incubo della quinta sconfitta in 6 partite renderebbe più sereno il Natale a lui, e ai 10 milioni di tifosi della Juventus in Italia. Anche Del Piero ha mandato un messaggino. Un 2010 diverso dagli ultimi sei mesi.

A Leonardo, niente regali. Il panettone mangiato da secondo in classifica è una gran festa. Per il Milan solo un po' più di salute. In difesa con Nesta e Thiago Silva. Mou, ha chiesto invece un altro attaccante. Sotto l'albero è difficile, ma dentro la calza della Befana, se Babbo Moratti acconsente, insieme a qualche dolcetto potrebbe esserci anche un calciatore. Vivo e vegeto. A Roma han già brindato per il contratto dell'alter ego di babbo Natale. Papà Totti, gialloroso a vita, è uno spot vero per la Magica.

Qualche vittoria in più nel 2010 è la  richiesta di Ballardini, mentre Marino ha chiesto chiodi e viti. Insieme alla vittoria sul Cagliari, servono per rendere un po' più sicura la panchina dell'Udinese. Per Delio Rossi ci vuole invece un digestivo. Dopo 4/5 panettoni, non se ne può fare a meno. Panettoni e pandori che al Chievo non mancano mai. Grazie a un Presidente che li produce. E che al 2010, non chiede niente di più del 2009. Si accontentano, si fa per dire, anche a Parma. L'aria della Champions piace a tutti. Aria frizzante. Ma non gelida.

Quella soffia a Catania, Siena e Bergamo. Tutta l'Italia nella morsa del gelo. Ma stavolta neanche un termosifone sotto l'albero potrebbe bastare per un Natale più caldo. Meglio 3 punti. Ma quelli li vogliono tutti e Babbo Natale non può fare miracoli. O forse si?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT