Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
20 dicembre 2009

De Laurentiis: acquisti a gennaio, in Europa per restarci

print-icon
ser

Hamsik e Gargano esultano per il vantaggio azzurro contro il Chievo

Natale ricco in casa Napoli: decimo risultato utile consecutivo e sesto posto in classifica. Il presidente: quando ho scelto Mazzarri non mi sono sbagliato. LE FOTO E DA MEZZANOTTE TUTTI GLI HIGHLIGHTS

GUARDA GLI HIGHLIGHTS DELLA SERIE A 

GUARDA I GOL DEL NAPOLI


COMMENTA NEL FORUM DEL NAPOLI


Con il decimo risultato utile consecutivo, il Napoli si attesta al sesto posto in classifica e sogna l'Europa insieme al suo presidente Aurelio De Laurentiis il quale preannuncia che il suo club sarà attivo nel mercato di gennaio. "Abbiamo fatto una bella serie positiva e un bel finale di anno", spiega il numero uno partenopeo, "con il nuovo anno si aprirà anche la fase di calciomercato dove cercheremo di effettuare sia cessioni sia acquisti".

Questo il De Laurentiis-pensiero sulle aspirazioni di Europa degli uomini di Mazzarri: "Vogliamo andare in Europa, sia Champions o Europa League, ma per restarci e fare bella figura". Il numero uno del Napoli poi precisa il significato di alcune sue dichiarazioni sul rischio di una presunta "seconda calciopoli" che gli sono valse l'interrogazione da parte della procura federale. "Ho soltanto detto: 'Non vorrei che all'orizzonte si profilasse una nuova calciopoli'. Quello in procura è stato un colloquio molto cordiale". Infine una parola anche sulle partite saltate a causa del maltempo: "Si era ipotizzata una legge che potesse dare fiato ai club e ammortizzare costi per il rinnovamento degli stadi -afferma- ma questo è un paese in cui è difficile fare anche piccoli passi, figuriamoci rifare impianti vecchi di 50 anni".

Poi a Sky Sport De Laurentiis torna sul match con il Chievo e sulle strategie di mercato del club partenopeo: "Quella di oggi è stata una partita complessa, con un Chievo che ha dimostrato supremazia fisica. Il decimo risultato utile? Dimostra che quando ho scelto Mazzarri non mi sono sbagliato". Inevitabile a questo punto il paragone con Donadoni, esonerato dopo la settima giornata di campionato: "E' un perfetto gentiluomo e un
grande professionista ma probabilmente va bene per una piazza meno 'sudista' e con meno calore rispetto a Napoli". A gennaio il Napoli opererà sul mercato: "Ci manca un uomo a sinistra, cercheremo di sanare questa mancanza. Per il resto -conclude- Mazzarri ha carta bianca per migliorare la squadra".

Walter Mazzarri, autentico artefice del miracolo Napoli, invece non vuole parlare di Europa: "Non parlo di piazzamenti. Il nostro compito è quello di crescere e continuare a giocare gara per gara ogni volta come una finale -spiega il tecnico a Sky Sport- e sempre al massimo". L'allenatore toscano ammette che oggi la sua squadra "ha fatto un passo indietro dal punto di vista del gioco perché", aggiunge, "il Chievo correva di più e così abbiamo sofferto di fronte a un avversario cui vanno i miei complimenti. Vincere però è pur sempre un fatto positivo". Il successo sulla squadra di Di Carlo comunque secondo Mazzarri non va messo in discussione "anche perché abbiamo mancato due-tre palle gol".