Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
29 gennaio 2010

Mutu positivo anche in Coppa. Lotito: "Gara da ripetere"

print-icon
mut

Adrian Mutu trovato positrivo anche dopo Fiorentina-Lazio di Coppa Italia

Il calciatore è risultato positivo anche dopo Fiorentina-Lazio di Coppa Italia. Il ds Corvino: "Siamo increduli, è un anno dove va tutto storto". La madre del giocatore: "La pillola era mia, è un prodotto naturale". I GOL DELLA FIORENTINA SU SKY.it

GUARDA I GOL DELLA FIORENTINA

COMMENTA NEL FORUM DELLA FIORENTINA

Recidivo - Non solo dopo Fiorentina-Bari dello scorso 10 gennaio, ma anche dopo la sfida di Coppa Italia contro la Lazio del 20. Due volte positivo all'antidoping l'attaccante della Fiorentina, Adrian Mutu, e sempre alla sibutramina. Lo ha comunicato oggi il Coni che, in una nota pubblicata sul proprio sito, fa sapere che "a seguito degli esami eseguiti dal Laboratorio di Roma, è stato accertato un caso di positività. Nel primo campione analizzato, è stata rilevata la presenza di Metaboliti della Sibutramina per Adrian Mutu, tesserato della Federazione Italiana Giuoco Calcio, al controllo in competizione disposto dal Comitato Controlli Antidoping il 20 gennaio 2010 a Firenze, in occasione della gara di Coppa Italia Fiorentina-Lazio".

Mutu, che contro il Bari segnò un gol, contro la Lazio siglò una doppietta nel 3-2 che qualificò i Viola alle semifinali di Coppa Italia.

Rabbia Lotito - "Ne vedrete delle belle". Con queste poche parole il presidente della Lazio, Claudio Lotito, ha commentato la positività di Mutu ad un controllo antidoping anche al termine della partita di Coppa Italia tra la Fiorentina e la formazione biancoceleste. Il presidente biancoceleste ha invocato: "La partita va annullata, la partita va annullata". Per poi aggiungere dopo qualche attimo di riflessione: "Però ora voglio vedere le carte, i regolamenti".

La sospenzione - Il tribunale nazionale antidoping ha sospeso Adrian Mutu dopo la positività alla sibutramina, uno stimolante che annulla gli effetti della fame, ad un test disposto dalla commissione controllo antidoping del Coni ed effettuato il 10 gennaio al termine di Fiorentina-Bari. La richiesta di stop è stato avanzato dalla procura antidoping del Coni ieri.

"Quando hai un morto in casa non pensi subito con chi sostituirlo, ma speri di poter dimostrare che è ancora vivo". Lo ha detto la scorsa notte, riferendosi ad Adrian Mutu, il ds viola Pantaleo Corvino, intervistato da Sky a Milano dove si trova per gli ultimi giorni di mercato. E proprio a proposito di un eventuale intervento sul mercato per sostituire il romeno Corvino ha usato la battuta del 'morto in casa', scusandosi con Mutu per l'espressione. Corvino, sulla vicenda doping che ha colpito l'attaccante viola, ha aggiunto: "E' una situazione che ci lascia increduli, ma crediamo nella buonafede di Mutu. Vogliamo andare a fare chiarezza sul comunicato del Coni che ci ha avvisato di questa cosa. Ho sentito Adrian ed era molto turbato, incredulo. E' un ragazzo sfigato come è sfigata la Fiorentina quest'anno, tra le tante emergenze e gli infortuni".

Rodica Mutu, la madre dell' attaccante della Fiorentina, trovato positivo al doping, sostiene che il figlio ha preso una medicina da lei usata per dimagrire. La donna ha raccontato alla rete Telesport di aver visitato il figlio a Firenze e di avere dimenticato a casa sua le sue pillole. Assicurando che Mutu non prende pasticche dimagranti, la madre ha precisato che sul foglio illustrativo della medicina si leggeva che si trattava di un prodotto naturale, senza nessun accenno alla sibutramina. Il difensore dell'Inter Cristian Chivu ha detto invece al quotidiano 'Gazeta sporturilor' che "Mutu è stato sempre ossessionato dalla propria linea". "So che prendeva delle pillole per andare spesso in bagno e mantenere la linea e probabilmente ora ha preso quella sbagliata", ha detto Chivu, convinto però che non è stata una cosa voluta. "Io faccio vedere al medico persino il foglio illustrativo del gel per i capelli per accertarmi che è tutto in ordine", ha aggiunto Chivu auspicando clemenza per Mutu "come nel caso di Cannavaro".