Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
06 agosto 2010

Eto'o-Milito, pari dell'Inter a Dallas. Benitez: buon test

print-icon
int

A Dallas reti di Milito ed Eto'o: i nerazzurri pareggiano 2-2

Nerazzurri due volte in vantaggio, prima con l'argentino e poi con il camerunense, e due volte raggiunti, prima da John e quindi da un rigore di Ferreira. Il tecnico nerazzurro è soddisfatto: ''Bella partita, anche se siamo un po' stanchi''

COMMENTA NEL FORUM DELL'INTER

Dopo una vittoria e una sconfitta arriva un pareggio. Terza e ultima amichevole del ritiro statunitense per l'Inter che al 'Pizza Hut Park' di Frisco, Dallas, non va oltre il 2-2 contro la formazione locale. Nerazzurri due volte in vantaggio, prima con Milito e poi con Eto'o, e due volte raggiunti, prima da John sul finire del primo tempo e quindi da un rigore di Ferreira alla mezz'ora della ripresa.

Rafa Benitez parte con Castellazzi tra i pali, Maicon e Chivu sono gli esterni di difesa con Lucio e Samuel in mezzo. A centrocampo spazio a Cambiasso e Stankovic in mezzo e Pandev e Coutinho larghi, la coppia d'attacco è formata da Eto'o e Milito. Si parte a un ritmo sostenuto, la formazione di casa è subito aggressiva e si rende pericolosa al 3' con Avala, autore di una pregevole conclusione dalla media distanza, parata a terra da Castellazzi, e al minuto numero 8 con Ferreira, che su calcio di punizione costringe l'estremo difensore nerazzurro a una difficile deviazione in corner.

L'Inter replica al 16' con Milito che, su una punizione battuta da Pandev dalla trequarti destra, trova il pallone di testa ma non la porta. Otto minuti dopo l'azione che sblocca il risultato: Eto'o si accentra dalla destra, supera un paio di avversari e batte a rete di sinistro, la palla si stampa sul palo e ritorna in gioco, Pandev s'impossessa del pallone e tocca su Maicon che dalla destra sforna un cross per la testa del Principe che non sbaglia. La formazione di Benitez sfiora in un paio d'occasioni il raddoppio, prima con Stankovic e poi con Chivu su punizione ma al 41' John, ottimamente servito da Avila, batte Castellazzi con un preciso colpo di testa in tuffo e pareggia i conti.

Nella ripresa Benitez cambia sei uomini, spazio così a Julio Cesar, Cordoba, Burdisso, Materazzi, Santon, Mariga e Alibec. Partono meglio i padroni di casa ma Eto'o al 18' riporta i suoi in vantaggio con un bel destro a giro su cui Sala non puo' fare nulla. A far sfumare la vittoria, alla mezz'ora, il rigore assegnato dall'arbitro Gontarek per un contatto in area tra Cunningham e Burdisso e trasformato da Ferreira. Nel finale l'Inter va vicina al gol della vittoria ma Sala si oppone alle conclusioni di Biabiany e Alibec e il risultato resta inchiodato sul 2-2.

A fine gara Rafa Benitez si dice soddisfatto: "E' stata una bella partita, in cui ci sono state occasioni da gol da entrambe le parti tutte e due le squadre sono però state un po' lunghe, ma ci ha comunque guadagnato lo spettacolo. Il Dallas è un buon team, correvano molto, sono più avanti di noi nella preparazione e questo si è visto. Chiaramente anche il caldo ha fatto la sua parte, si è fatto sentire: sapevamo che la nostra squadra era un po' stanca, che avrebbe fatto fatica, ma questo era tutto previsto nel nostro programma, quindi non siamo sorpresi". Su Coutinho: "si è visto che ha qualità, ma stasera era un po' stanco: adesso deve imparare di più l'italiano...". Nel complesso, comunque, bilancio più che positivo. "Qui negli Stati Uniti ci siamo trovati bene: abbiamo lavorato in centri sportivi belli e moderni, abbiamo disputato tre gare importanti, abbiamo raggiunto l'obiettivo che ci eravamo prefissati", le parole del tecnico nerazzurro.

Soddisfatto anche Samuel Eto'o, ancora a segno dopo la rete al Panathinaikos. "Siamo in preparazione, ma è stato un buon test quello contro il Dallas", ha detto l'attaccante camerunense, "atleticamente loro stavano meglio di noi, ma abbiamo fatto bene lo stesso. E' ancora presto per dire che Inter vedremo, ma stiamo lavorando tanto e bene, e andiamo avanti un passo alla volta. I tifosi da me vogliono i gol? Anch'io mi aspetto di segnare sempre di più".

GUARDA L'ALBUM DELLA FESTA SCUDETTO DELL'INTER


INTER CAMPIONE D'EUROPA: LO SPECIALE