Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
29 settembre 2010

Moratti attacca: è la Juve a dover restituire gli scudetti

print-icon
cap

Andrea Agnelli con Luciano Moggi, Antonio Giraudo e Fabio Capello.

Il presidente nerazzurro risponde al club bianconero e accende la sfida di domenica: "Ha ragione Paolillo, sono loro a dover restituire a noi alcuni titoli. Agnelli dice che sono nervoso? L'ho lasciato parlare

Tutti gli articoli su Calciopoli

Calciopoli: tutte le intercettazioni

Commenta subito nei forum della Serie A

Il presidente dell'Inter Massimo Moratti concorda con l'ad nerazzurro Ernesto Paolillo, secondo cui la Juventus dovrebbe restituire altri scudetti piuttosto che chiedere la revoca di quello del 2006. Ma invita a evitare ulteriori polemiche visto che domenica c'è la sfida proprio con i bianconeri. "E' tutto vero - ha detto a Sky Moratti, a proposito delle parole di Paolillo, arrivando al Meazza per la sfida contro il Werder Brema -, ma non insisterei in questi giorni su tutte queste cose, visto che domenica giochiamo proprio contro i bianconeri e comunque bisogna rimanere sempre nell'ambito di una partita di calcio -, quindi per favore cerchiamo di non esagerare nella polemica perchè può essere veramente antipatico. Cerchiamo di non farlo e poi vediamo di essere bravi noi domenica in campo".

Moratti ha anche provato a spegnere la polemica con il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, che nei giorni scorsi lo aveva definito un po' nervoso. "E' passato un pò di tempo e quindi non ho nessun tipo di reazione nei suoi confronti, tutt'altro. Mi dispiace anzi - ha continuato il presidente nerazzurro - di aver pensato male. Mi sembra una battuta che poteva dire e quindi lasciamogliela dire. Domenica potrei anche essere con loro, ma non ci sarò e quindi seguirò la partita per conto mio