Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
16 ottobre 2010

L'ultima idea di Guidolin: Sanchez "alla Kakà"

print-icon
san

Contro il Brescia, Sanchez non giocherà più da esterno ma ispirerà le due punte Di Natale e Floro Flores

Il tecnico dell'Udinese aspetta il pieno recupero di Denis e lancia il giovane attaccante in un ruolo per lui inedito: "Lavoro da un po' su di lui, sta progredendo". Poi avverte: "Occhio al Brescia. Avete visto che gol ha fatto Kone contro il Bari?"

Alla vigilia della sfida contro il Brescia, il tecnico dell'Udinese Francesco Guidolin sottolinea la propria stima per la squadra lombarda, che va affrontata con il dovuto rispetto, "non solo perché ha nove punti in classifica contro i quattro nostri, ma anche perché è composta da giocatori di qualità, anche se forse poco conosciuti".

Dopo aver ricordato che l'undici di Iachini in casa ha battuto Roma e Palermo, Guidolin sottolinea che i lombardi "in più hanno lo spirito della neopromossa: i giocatori lo scorso anno si sono fatti un regalo straordinario, la promozione conquistata allo spareggio con il Torino, e faranno tutto quanto è nelle loro possibilità per non perdere tale regalo".
A chi gli fa presente che la squadra di Iachini dovrà fare a meno di un elemento del calibro di Diamanti, Guidolin risponde così: "Volete vedere il gol segnato da Kone al Bari? Iachini ha tutte le carte per ovviare a una defezione sicuramente importante".

Sulla formazione il tecnico dell'Udinese non vuole sbilanciarsi e su Denis, che scalpita per tornare in campo, è categorico. "La scorsa settimana vi avevo detto che era al 60 per cento - dice Guidolin -. In questi giorni ha palesato progressi sotto tutti i punti di vista, del resto aveva bisogno di giocare dopo la lunga inattività. Sta decisamente meglio, ma la decisione se mandarlo in campo la prenderò solamente domani, ma ciò che conta è che Denis ormai sia pienamente recuperato".
Anche se Guidolin non lo dice, 'El Tanque' partirà dalla panchina assieme all'altro bomber Corradi. La novità dovrebbe essere costituita da Sanchez a ridosso delle punte, non come rifinitore alla Sneijder ma "alla Kakà - spiega Guidolin -, in grado di creare superiorità numerica saltando l'uomo. Sanchez è un ragazzo che ha quasi sempre agito da attaccante esterno ma al quale va insegnato dell'altro, deve imparare a svolgere altri compiti". "Da un po' di tempo lavoro su di lui - conclude Guidolin - e il ragazzo sta progredendo. Ora sta bene anche fisicamente, deve solamente disciplinarsi tatticamente e se ci riuscirà sarà lui a beneficiarne, oltre che l'Udinese".

Commenta nel Forum dell'Udinese