Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
31 ottobre 2010

Berlusconi: "Il Milan deve convincere. Dinho sì, Kakà forse"

print-icon
ber

Il presidente rossonero ha commentato il match perso dalla sua squadra contro la Juventus: "Il Milan deve trovare la vittoria attraverso il bel gioco". Certo sulla permanenza di Ronaldinho, su Kakà non si sbilancia: "Non so se torna". GUARDA IL VIDEO

Guarda tutte le statistiche di serie A

GUARDA LE PAGELLE DI MILAN-JUVE

ALBUM: Juventus - Serie A - Milan

"Il Milan deve vincere giocando bene e convincendo". A sostenerlo, uscendo da un ristorante nel centro di Milano, è il patron rossonero e presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi che replica così a chi gli chiedeva un commento sul gioco della squadra, sconfitta nel faccia a faccia contro la Juventus sull'erba di San Siro. Da sempre sostenitore di un "modulo offensivo" e del bel calcio, il premier ha risposto con una battuta a chi gli chiedeva, invece, di formulare un consiglio al tecnico rossonero, Massimiliano Allegri. "Si pettini meglio prima di fare le interviste", ha replicato, sorridendo, il presidente del Consiglio.

"Non dico mai dire mai, dico non lo so". Così, uscendo da un ristorante nel centro di Milano, il patron del Milan e presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha replicato a chi gli chiedeva un commento su un ipotetico ritorno in rossonero di Kakà. Sempre in tema di brasiliani, il premier ha poi toccato il tasto del contratto di Ronaldinho, rispondendo con un "penso proprio di sì: ci siamo parlati anche recentemente" a chi chiedeva indicazioni su un possibile rinnovo contrattuale per il Gaucho e non ha mancato di esprimere fiducia nei confronti del giovane Pato uscito dal campo tra qualche fischio nella sfida con la Juventus.

Quelli rivolti al "Papero", ha osservato Berlusconi, "sono fischi indebiti. Non getto la croce addosso a nessuno".