Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
13 novembre 2010

Iaquinta chiama, Totti risponde. Juve-Roma termina pari

print-icon
iaq

Vincenzo Iaquinta festeggia il gol del vantaggio della Juventus, ma è un'esultanza che profetizza il risultato finale di 1-1

Nell'anticipo serale di serie A bianconeri e giallorossi impattano 1-1. Apre le marcature l'attaccante della Signora, il romanista pareggia su un rigore molto contestato. Nella ripresa tanto spettacolo ma il risultato non cambia. GUARDA LA FOTOGALLERY

Guarda le statistiche della serie A

Sfoglia tutto l'Album della Serie A

Gioca a Fantascudetto

GUARDA LE PAGELLE

JUVENTUS-ROMA 1-1
35' Iaquinta (J), 48' rig. Totti (R)

Guarda la cronaca del match



Doveva essere un esame molto importante per l'una o l'altra squadra e invece, nonostante l'ottima partita giocata da bianconeri e giallorossi il risultato di parità potrebbe penalizzare entrambe. Molto dipenderà da quello che succederà oggi nei due match in cui si sfidano le prime quattro della classe, Lazio-Napoli e poi il derby Inter-Milan in cui le possibilità sono due: classifica più compatta o vetta più lontana per Juve e Roma.

Il match dell'Olimpico ha finalmente mostrato la capacità sia della squadra di Delneri sia di quella di Ranieri, qualità di gioco e fisiche forse per la prima volta venute alla luce dei riflettori dopo un avvio di campionato in cui è mancato sempre qualcosa. Due modi di intendere il match. Compatta la Juve a difesa della propria trequarti, sempre pronta a ripartire in contropiede; altissima e con maggiore propensione al fraseggio la Roma sembrata nei primo 30' padrona del campo.

La scelta da parte di Delneri di lasciare fuori Del Piero per far spazio a Iaquinta aveva proprio nel cercare la profondità la sua logica. Disegno tattico che si è scontrato con l'abile contromossa di Ranieri di alzare il blocco per non lasciare campo alle folate proprio dei due attaccanti bianconeri (con Iaquinta ha giocato Quagliarella).

Ci si aspettavano Totti e Del Piero ad incidere su una delle classicissime del calcio italiano e invece tra i due c'è stata quasi una sorta di staffetta incrociata. Il giallorosso in campo dall'inizio ha lasciato il posto a Borrielllo nel secondo tempo, Pinturicchio è entrato nella ripresa per Iaquinta. Ad incidere sul risultato, ma non ancora in maniera determinante sul gioco è stato Francesco Totti che ha scellto il match di Torino per segnare il primo gol in campionato in questa stagione. Un calcio di rigore accordato per un fallo di mano in barriera di Pepe che inevitabilmente ha suscitato e susciterà polemiche. Un gol arrivato a pareggiare il vantaggio bianconero segnato in girata da Iaquinta servito da uno splendido assist di Aquilani a rifinire una sontuosa giocata, con tanto di tunnel, dell'ex giallorosso.

Proprio Aquilani, dicevamo, autore di una partita senza sbavature, pulita e di grande qualità che avrà stupito lo stesso Prandelli pronto a riportare il centrocampista in Nazionale. Dall'altra parte Mexes può essere considerato il miglior giallorosso, monumentale baluardo difensivo capace di immolarsi sugli attacchi insistenti dei bianconeri portati soprattutto nella ripresa.

Alla fine il risultato di 1-1 sembra quello più giusto e se da ambo le parti c'è un po' di amarezza per un pari che penalizza tutte e due le squadre, resta la sensazione che il sentiero tracciato ieri all'Olimpico sia quello da percorrere da entrambe.

Commenta nei forum di Juventus e Roma