Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
27 settembre 2011

Montolivo choc: vado via, persino Nocerino gioca al Camp Nou

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

Crisi tra il giocatore e la Fiorentina. Il presidente Cognigni svela una conversazione tra l'ex capitano e Della Valle: "Via a parametro zero". Poi la presunta frase sul neo-milanista: "Non posso vederlo in campo col Barça mentre io sono qui". IL VIDEO

Caso Montolivo, come deve comportarsi la Fiorentina? Dillo nel Forum viola

di Giorgia De Benetti

Riccardo Montolivo è un argomento incendiario per la città di Firenze, dopo le parole del presidente della Fiorentina lo sarà un po' di più. Mario Cognigni ha rivelato al Corriere Fiorentino il contenuto di una conversazione tra il giocatore e Andrea della Valle: "Voglio andare via a parametro zero" - avrebbe detto Montolivo, per avere più chance di essere scelto da una grande squadra. Il suo contratto scade nel giugno del 2012 quindi già a gennaio potrebbe già accordarsi con un altro club. "Non posso vedere Nocerino che gioca al Camp Nou mentre io sto qui", avrebbe aggiunto ancora Montolivo secondo il presidente. Frase d'effetto che agita un ambiente già molto sensibile all'ex capitano e al suo futuro.

Lui non ha replicato, ma dal suo entourage si apprende che avrebbe chiamato in fretta l'amico Nocerino  avvertendolo dell'esistenza di questa intervista, e spiegandogli che le imbarazzanti parole erano parte di un contesto assai più ampio laddove si discuteva di dinamiche di mercato, dove il caso di Nocerino non sarebbe stato che un esempio. Interpretazione ufficiosa a cui forse seguirà nei prossimi giorni la versione diretta del calciatore.

E' solo l'ultimo atto di un dialogo difficile iniziato dal mancato rinnovo, proseguito attraverso affermazioni rabbiose di della Valle, un conflitto che sembrava però essersi placato. Tra tutti c'è Mihajilovic affatto intenzionato a rinunciare ad un suo calciatore, l'allenatore giorni fa ha detto: ai fischi si deve abituare, è tranquillo è giocherà. E così è stato: la Fiorentina è terza, la città sogna la Champions, e Montolivo amareggiato ha le idee chiare e non le cambierà.

Guarda anche:
Fiorentina, ora Montolivo è un caso: "Se ne vuole andare"
Fiorentina, paura per l'infortunio di Gilardino