Fiorentina, i tifosi contestano. La squadra chiede il ritiro

Calcio
La contestazione di alcuni tifosi viola durante il match tra Fiorentina e Juventus
fiorentina_juve_contestazione_tifosi_viola

All'interno della società viola è maturata l'idea di andare in ritiro da martedì: la proposta sarebbe arrivata direttamente dai giocatori. Intanto, continua la contestazione dei tifosi: fuori dallo stadio uno striscione "Fate schifo"

DOSSIER: Errori ed orrori arbitrali in Serie A

FOTO: L'album della Serie A

Fiorentina in ritiro da martedì prossimo: è quanto sta maturando all'interno del clan viola dopo l'umiliante ko subito contro la Juve. L'idea sarebbe emersa nel corso del confronto fra dirigenza, allenatore e squadra avvenuto al termine della partita. Sarebbero stati gli stessi giocatori a proporre di andare in ritiro alla ripresa degli allenamenti che Delio Rossi, nonostante la sconfitta e la classifica sempre più a rischio, ha fissato per martedì confermando i 2 giorni liberi. I viola prepareranno la trasferta contro il Genoa degli ex Gilardino e Frey fuori Firenze.

La contestazione dei tifosi - Intanto, continua la contestazione dei tifosi. "Fate schifo, firmato XII fila": è questo lo striscione appeso stamani ai cancelli dello stadio che riassume lo stato d'animo dei tifosi dopo il 5-0 subito dalla Juventus. Un 'Fate  schifo' con destinatario generico, perchè ormai la tifoseria non ha più nessuno da risparmiare e coinvolge nella contestazione tutti: squadra e società. Sul web infuria la 'rabbia viola', soprattutto contro la proprietà, mentre a Firenze è rientrato il ds Corvino (da diverse settimana nella sua Vernole per problemi familiari). I Della valle sono accusati di non aver più voluto creare un gruppo di successo dopo l'era Prandelli. Ma le accuse coinvolgono anche i dirigenti e Corvino, reo di aver creato una squadra senza qualità. I tifosi hanno paura della retrocessione, dopo la 12/ma sconfitta. Un sondaggio proposto da Fiorentina.it, che in meno di due ore ha registrato oltre tremila partecipanti, l'81,27% ha dichiarato di aver paura della B. Sul web circola anche la proposta di chiedere ai Della Valle il rimborso del biglietto dopo la sconfitta con la Juve. La rabbia monta anche tra i politici tifosi. Il capogruppo della Lega Nord in Palazzo vecchio, Mario Razzanelli dice: "Non mi era mai capitato di assistere a una partita come quella di ieri. Vedere la dirigenza che taglia la corda per paura dei fischi è stato per me, da sempre tifoso viola, una grande delusione. I Della Valle dovrebbero riflettere e decidere cosa fare della Fiorentina. Aver ridimensionato il progetto della Cittadella viola non è una scusa sufficiente per far vivacchiare la squadra".

Guarda anche:
Juve, atto di forza a Firenze: 5-0 e non molla il Milan